Croazia senza pace. Stamattina è stata registrata una nuova scossa di terremoto: magnitudo 4.0. Per il momento non vengono segnalate vittime

Nuova scossa di terremoto, magnitudo 4.0, in Croazia
(Ansa)

La terra torna a tremare in Croazia, investita da una sequenza sismica che dura da alcuni giorni. Stamane si è verificata una nuova scossa sismica, di magnitudo pari a 4.0, che, secondo l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia italiano (Ingv), ha avuto epicentro non lontano da Petrinja e ipocentro a 10 km di profondità. La cittadina è già stata semidistrutta dal sisma di magnitudo 6.4 che martedì ha causato la morte di 7 persone e decine di feriti. Diverse le repliche con magnitudo fino a 5. Si continua a scavare tra le macerie in cerca di eventuali dispersi. Intanto si è già messa in moto la macchina dei soccorsi e della solidarietà italiana e internazionale. In tal senso degno di nota è il gesto del calciatore Dejan Lovren, con un passato al Liverpool e attualmente in forza al club russo dello Zenith San Pietroburgo, che ha messo a disposizione degli sfollati il suo hotel ubicato a Novalja.

LEGGI ANCHE –> Sisma Croazia, 8 morti e decine di feriti

Croazia, nuova scossa di terremoto: magnitudo 4.0. Il sistema di allerta dell’INGV

Per il momento non vengono segnalate vittime per cui il relativo bilancio resta fermo a sette. Per aggiornare sui terremoti l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia  pubblica in tempo reale sul canale Twitter@INGVterremoti le localizzazioni del sisma calcolate in modo automatico dai software della Sala di Sorveglianza Sismica di Roma. Per i terremoti superiori ad una magnitudo di 3.0 un paio di minuti dopo l’evento viene pubblicato un tweet con la stima automatica dell’epicentro e della magnitudo.

LEGGI ANCHE –> Covid, ISS: “Mantenere la linea del rigore”

La localizzazione e la magnitudo automatiche sono calcolate dal software senza intervento umano e sono dunque soggette alle incertezze delle coordinate ipocentrali e della magnitudo insite nel sistema di calcolo.