Can Yaman continua la sua scalata al successo: l’attore turco è stato scelto per la serie televisiva Sandokan con dei compensi da capogiro

 

can yaman

Can Yaman prenderà il posto di Kabir Bedi nella serie televisiva degli anni 80 Sandokan. L’attore turco, come del resto i fan, non vedono l’ora di vederlo a lavoro in questo nuovo progetto. Quello che però sta cominciando a far discutere è il cachet che sarebbe previsto il giovane 31enne. Infatti, sembra che la stampa turca abbia criticato non solo l’attore ma anche l’Italia stessa per la cifra stabilita. Andiamo a vedere i dettagli del caso.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Can Yaman (@canyaman)


Sandokan: cifre da capogiro per Can Yaman

Can Yaman sarà il nuovo protagonista della serie Sandokan e vestirà i panni della famosa Tigre della Malesia. Un progetto tutto nuovo, alla quale Can Yaman si è detto entusiasto e felice.

Accanto a lui, anche un grande attore italiano: Luca Argentero che interpreterà Yanez. Gli spoiler, però, ci fanno sapere che ci saranno altri due personaggi molto amati in Italia ovvero Alessandro Preziosi e Elena Sofia Ricci.

Le riprese della serie televisiva dovrebbero partire dal 2021 dall’Italia, per poi spostarsi ai Caraibi e in Messico. Secondo alcune indiscrezioni, l’attore turco dovrebbe percepire un compenso da capogiro. Stiamo parlando di 100 mila euro a puntata.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da SuperGuidaTV (@superguidatv)

L’ira della stampa turca sul cachet dell’attore

A far discutere e a scatenare particolarmente la stampa turca il cachet stellare di Can Yaman. L’attore, infatti, nelle ultime ore è finito in una vera e propria bufera. Non solo lui, ma anche l’Italia per il compenso troppo esagerato. Ricordiamo che stiamo parlando di 100 mila euro a puntata per circa 10 episodi.

Inoltre, anche sui social si è acceso un forte dibattito. Can, però, almeno per adesso può dormire sogni tranquilli: l’esercito dei fan del protagonista di DayDreamer è subito sceso in campo prendendo le sue difese. Dalla parte dei suoi sostenitori anche il padre di Can.

Ovviamente anche le seguaci italiane non sono rimaste in silenzio. Sui vari gruppi Facebook, sono state tantissime a difendere il loro sex simbol, infatti in molte pensano che il suo compenso sia del tutto meritato..