Nelle ultime 24 ore sono 10.407 i nuovi positivi al Covid e 261 i decessi, con il tasso di positività che sale al 12.8%. Quasi 80 milioni i casi a livello globale 

Coronavirus, bilancio del 26 dicembre: in crescita il tasso di positività

A fronte degli 81.285 tamponi processati nelle ultime 24 ore i nuovi casi di positività al coronavirus nel nostro Paese sono 10.407, con il tasso di positività  che sale così al 12.8% mentre le vittime sono 261, le Regioni con il maggior numero di contagi sono il Veneto (2.523), l’Emilia Romagna (1.756), la Lombardia (1.606) e il Lazio (1.123)- Dall’inizio dell’epidemia i casi accertati sono 2.038.759, le vittime 71.620 secondo i dati contenuti nel bollettino quotidiano diramato dalla Protezione Civile e del Ministero della Salute. Dal bilancio epidemiologico a quello economico: gli italiani, secondo le stime della Coldiretti, hanno speso circa 1.8 miliardi di euro per i cibi e le bevande consumati tra la cena della Vigilia e il pranzo di Natale, con un calo del 31% rispetto allo scorso anno a causa delle restrizioni imposte dalle misure anti-Covid e della crisi economica legata all’epidemia. In media 4 le persone che si sono sedute insieme a tavola per le feste, più che dimezzate rispetto allo scorso anno quando si contavano mediamente 9 commensali. Ma è tutto il comparto del turismo ad avere i conti in profondo rosso, dall’accoglienza (alberghi, B&B, agriturismi) ai viaggi (agenzie di viaggio, tour operator, crociere): per tutti gli operatori fatturati quasi azzerati, con una media del -80%. Per Isnart-Unioncamere,  il 2020 segna un meno 53 miliardi di euro rispetto al 2019, con il colpo di grazia assestato dal lockdown delle vacanze natalizie.

LEGGI ANCHE –> Napoli, 6 casi di positività alla variante inglese del Covid

Covid, bollettino del 26 dicembre: sale al 12.8% il tasso di positività. Quasi 80 milioni di casi nel mondo

Il numero dei casi di contagio da coronavirus accertati nel mondo dall’inizio dell’emergenza sanitaria è pari a 79 milioni 864.648 secondo gli ultimi dati riportati dal “Corriere della Sera”. Il numero totale delle persone che hanno perso la vita è pari a 1 milione 750.907. Gli Stati Uniti restano il Paese più colpito dalla pandemia in termini assoluti: i casi di contagio accertati sono saliti a quota 18 milioni 761.363 mentre i decessi sono aumentati a 330.279. Segue il Brasile con oltre 190.488 vittime. Per contrastare la diffusione della nuova variante del Covid-19 il Giappone chiuderà le frontiere da lunedì prossimo a fine gennaio. Lo ha comunicato il governo, citato dall’agenzia Nikkei. Consentito il rientro nel Paese ai cittadini giapponesi e agli stranieri che vivono in Giappone. Da ieri sono stati registrati 5 contagi dalla nuova variante: tutte le persone risultate positive al test provenivano dalla Gran Bretagna.

LEGGI ANCHE –> Vaccino Pfizer: come funziona e come agisce sul nostro corpo

Intanto il Ministero della Salute russo ha autorizzato la vaccinazione contro il Covid-19 per gli ultrasessantenni con lo “Sputnik V”, il vaccino che finora era limitato alla fascia d’età 18-60 anni. “Così anche i cittadini di età superiore ai 60 anni potranno essere vaccinati contro il coronavirus”, ha dichiarato il Ministro della Salute, Murashko. Le ultime analisi avrebbero confermato che l’uso dello “Sputnik V” non comporta alcun rischio per gli anziani che potranno così partecipare alla campagna di vaccinazione iniziata il 15 dicembre.