Una donna stramazza a terra e rantola. Un giovane le presta soccorso ma la folla gli grida: “Tossisce, ha il Covid, allontanati!

Napoli, donna a terra che rantola. La folla: "Ha il Covid, allontanati!"
(Getty Images)

All’inizio, durante la prima ondata dell’epidemia di Covid che continua a mietere vittime e che ha stravolto le nostre esistenze, era il trionfo della solidarietà e dei buoni sentimenti: dietro lo slogan “andrà tutto bene”, che campeggiava ovunque, dalle piazze virtuali dei social network a quelle reali, ci siamo stretti gli uni accanto agli altri in una vera comunanza che ha trasformato l’Italia degli oltre 8000 comuni in un unico Paese da Nord a Sud. Poi, a quasi un anno di distanza dalla deflagrazione dell’epidemia, complici le risposte balbettanti, a suon di DPCM contraddittori e incomprensibili, del governo e le enormi ricadute economiche e occupazionali delle misure restrittive implementate per arginarla, la rabbia, l’egoismo, la paura e la diffidenza hanno preso il posto della solidarietà e dell’umanità. A conferma un increscioso episodio denunciato sul proprio profilo facebook dal giornalista Stefano Branciforte.

LEGGI ANCHE –> Variante Covid, è una donna il primo positivo italiano

Napoli, donna accasciata a terra. La folla: “Tossisce, ha il Covid, allontanati”. “Umanità, dove sei finita?”

Accortosi di una donna che, stramazzata a terra, percuotendosi il petto ansimava invocando aiuto, “non riesco a respirare“, da buon samaritano, Stefano Branciforte si è subito attivato per allertare il 118. Tuttavia, proprio mentre cercava di rassicurare la donna, “signora, l’ambulanza sta arrivando, non si sforzi“, dalla folla degli astanti, che assistevano a tale spettacolo a distanza di sicurezza guardandosi bene dal dare una mano nel confortare la donna, visibilmente spaventata, si è sentito berciare: “Tossisce, ha il Covid, allontanati!”. Comprensibili, quindi, lo sfogo e il grido di dolore di un giovane professionista che, non avendo il cuore paralizzato dalla paura nonché indurito dalle le nefandezze e la miseria umana che il suo lavoro quotidianamente gli fa toccare con mano, può, non avendone smarrito neanche un briciolo, a buon diritto invocare: “Umanità, dove sei finita?“.

LEGGI ANCHE –> Covid, Locatelli: “Entro l’estate il vaccino italiano”

Se abbiamo a disposizione contro il Covid due vaccini efficaci, quelli della Pfizer/BioNTech e di Moderna, a cui entro l’estate dovrebbe aggiungersi quello italiano, secondo quanto preannunciato dal Prof. Franco Locatelli, autorevole componente del Comitato Tecnico-Scientifico, purtroppo il vaccino per immunizzare dall’egoismo e dall’indifferenza non è stato ancora sviluppato.