Il segretario di Stato alla Sanità, Roberto Ciavatta, ha lanciato una proposta far pagare le cure sanitarie a chi verrà contagiato dal Covid

Covid San Marino vaccino
(foto dal web)

A San Marino il segretario di Stato alla Sanità, Roberto Ciavatta, ha avanzato una proposta. Si tratta di far pagare le cure sanitarie a chi verrà contagiato dal Covid dopo aver scelto di sottoporsi al vaccino per il Coronavirus gratuito, ma non obbligatorio.

A seguire le dichiarazioni di Ciavatta rilasciate ai microfoni del TGR Emilia-Romagna. “Una delle misure su cui stiamo ragionando è quella di prevedere che coloro che non si sottoporranno al vaccino, poi, nel caso in cui si contagiassero, debbano personalmente o attraverso una loro assicurazione coprire le spese ospedaliere“, ha affermato il segretario di Stato alla Sanità.

LEGGI ANCHE —> Covid, Fondazione “Gimbe”: “Rischio tempesta perfetta, attenzione alla terza ondata”

LEGGI ANCHE —> Vaccino Covid-19, il sistema di monitoraggio degli effetti collaterali non è sicuro

San Marino, la proposta del segretario di Stato Ciavatta su chi rifiuta il vaccino anti Covid

Covid San Marino vaccino
(foto dal web)

Quest’ultimo ha aggiunto. “Il vaccino a San Marino sarà gratuito e disponibile per la popolazione e qualora si decida di non sottoporsi per scelta e non perché si fa parte di categorie escluse, come ad esempio gli allergici o per altri motivi sanitari, allora si dovranno pagare le cure per un eventuale contagio“.

Gli esperti della commissione vaccini dell’Istituto di sicurezza sociale si sono detti d’accordo“, ha proseguito così il rappresentante del Governo della Repubblica di San Marino.

Ciavatta ha concluso con le seguenti parole. “Abbiamo ritenuto, vista la delicatezza della questione, muoverci insieme all’Italia. I vaccini a San Marino arriveranno dall’Italia, sarà il ministero della Salute italiano, Roberto Speranza, che stornerà per noi una quota parte e quindi anche i tempi di vaccinazione della popolazione sammarinese seguiranno quelli italiani“.