Secondo un esperto, l’Agenzia spaziale europea ha pubblicato immagini di come potrebbe essere un “Villaggio Lunare” e la sua costruzione dovrebbe iniziare entro i prossimi 10 anni.

villaggio lunare

Un esperto sostiene che la costruzione di un “Villaggio Lunare” potrebbe iniziare entro un decennio, e in questi giorni stanno emergendo le immagini di come potrebbe essere.

Il consulente dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) Aiden Cowley ha detto che le strutture potrebbero anche utilizzare il suolo della Luna per proteggere gli edifici dalle radiazioni e dalle temperature fino a -190°C.

Le immagini degli edifici cilindrici a quattro livelli mostrano la base utilizzata sia come area di studio che come piattaforma di lancio per future missioni su Marte.

Leggi anche -> NASA: progetto Luna | “Utilizzeremo l’acqua trovata sulla superficie lunare”

Jan Worner, direttore generale dell’ESA, ha dichiarato che era sua “intenzione” costruire una base permanente sulla superficie lunare, aperta all’uso di “diversi stati del globo“. L’ha soprannominata il “Villaggio Lunare”, secondo il Times.

Il signor Cowley ha detto che non è più una questione di “se questo accadrà“, ma di quando.

Ha detto: “Deve accadere perché se vogliamo davvero esplorare la Luna, o Marte, o qualsiasi altro luogo oltre a quello, questa è una tecnologia che dobbiamo padroneggiare molto presto“.

Ha intenzione di usare il regolith, un terreno lunare sottile come lo zucchero a velo, per costruire mattoni protettivi usati in pareti spesse un metro che proteggano gli alloggi degli astronauti.

Lo strato superiore di regolith, che consiste di minuscole particelle frastagliate come il vetro, verrebbe raccolto dai robot.

Poi le stampanti 3D lo trasformerebbero in mattoni che verrebbero lasciati cuocere al sole.

La NASA vuole mandare un uomo e una donna sulla Luna entro il 2024, con Marte come prossima destinazione entro il 2030.

villaggio lunare

All’inizio di questa settimana, ha rilasciato i nomi dei 18 astronauti che possono partecipare alle missioni.

Vuole una colonia lunare sostenibile, che permetta agli ingegneri di imparare a utilizzare le risorse della Luna, compresa l’acqua proveniente dal ghiaccio dei suoi crateri.

Leggi anche -> Cina, la missione di recupero di parti lunari è iniziata – VIDEO

La luce solare quasi costante permetterebbe alla base di raccogliere energia solare per alimentare il villaggio.

Il ghiaccio al polo significherebbe che potrebbe fornire agli astronauti idrogeno e ossigeno, che potrebbero essere utilizzati per il carburante e l’aria respirabile.