L’indice di trasmissibilità Rt, secondo il monitoraggio settimanale dell’ISS-Ministero della Salute, scende a 0.82 ma 5 Regioni sono a “rischio alto”

Covid, ISS-Ministero della Salute: "5 Regioni a rischio alto ma Rt scende a 0.82"

Sebbene nelle ultime 24 ore il dato relativo ai decessi sia ancora troppo alto, 761, così come quello dei nuovi positivi in aumento, anche se a fronte di un maggiore numero di tamponi processati, è fuor di dubbio che la curva epidemica del Covid sia in flessione. A confermarlo anche la bozza del monitoraggio settimanale Sars-CoV-2 del Ministero della Salute e dell’Istituto Superiore di Sanità: nel periodo 18 novembre-1 dicembre 2020 l’indice di trasmissibilità Rt medio, calcolato sui casi sintomatici, è stato pari allo 0.82. Registrati valori di Rt inferiore a 1 in tutte le 20 Regioni: 5 a rischio alto, 13 moderato, 2 basso. Tuttavia, il famigerato Sars-CoV-2 non ha ancora alzato bandiera bianca: “L’incidenza dei casi cala ma valore è ancora elevata. Mantenere, quindi, livelli di trasmissibilità inferiori a 1 sul territorio nazionale”. Infine: “Meno ricoveri in terapie intensive e nei reparti ordinari ma in 16 Regioni l’impatto è alto sui servizi sanitari“.

LEGGI ANCHE –> Covid, Speranza: “Quattro Regioni in zona gialla da lunedì prossimo”

Coronavirus, ISS-Ministero della Salute: “Indice Rt scende a 0.82”. Cinque le Regioni a “rischio alto”

Come anticipato nel primo paragrafo, seconda la bozza del monitoraggio settimanale dell’andamento della curva epidemica del Covid, sono cinque le Regioni valutate a “rischio alto“: l’Emilia Romagna, la Puglia, la Sardegna, il Veneto e la Provincia autonoma di Trento. Solo il Molise (1.48) e il Veneto (1.01) con Rt sopra l’1 mentre quello più basso è registrato in Basilicata: 0.66.

LEGGI ANCHE –> Carolyn Smith, lutto per la giudice di Ballando: “Purtroppo lei non c’è più”

“L’incidenza delle diagnosi di Covid-19 è solo leggermente in diminuzione a livello nazionale ma è ancora elevata, molto lontana da livelli che permettano il ripristino della fase di contenimento e con una forte variabilità tra le Regioni. Si raccomanda di mantenere una drastica riduzione delle interazioni fisiche“, si legge nella suddetta bozza.