Dopo una tiratura lunga ben 70 anni, Ikea vuole interrompere la pubblicazione dell’iconico catalogo cartaceo
ikea catalogo cartaceo

La decisione di Ikea arriva man mano che i lettori del catalogo in versione cartacea sono in declino e l’azienda diventa sempre più digitale.

Dopo aver inizialmente resistito allo shopping online, l’azienda è stata costretta ad abbracciarlo durante la pandemia. Ikea afferma che le sue vendite al dettaglio online sono aumentate del 45% in tutto il mondo l’anno scorso, con ikea.com che ha registrato quattro miliardi di visite. L’azienda ha anche migliorato la sua suite di app per rendere più facile la scoperta e l’acquisto di prodotti, aprendo al contempo negozi più piccoli situati nei centri urbani per raggiungere le persone che vivono nei paraggi.

Leggi anche -> Ikea: ritira dal mercato il bicchiere Troligtvis “pericolo sostanze chimiche”

Al suo culmine nel 2016, Ikea afferma che sono stati distribuiti 200 milioni di cataloghi in 32 lingue. Un documentario della BBC sosteneva che il catalogo Ikea era la più grande pubblicazione al mondo, con più copie stampate della Bibbia o del Corano. Il primo catalogo Ikea fu realizzato dal fondatore dell’Ikea Ingvar Kamprad nel 1951.

Per 70 anni [il catalogo] è stato uno dei nostri prodotti più unici e iconici, che ha ispirato miliardi di persone in tutto il mondo“, ha dichiarato Konrad Grüss, Amministratore Delegato di Inter IKEA Systems BV. “Il consumo dei media e i comportamenti dei clienti sono cambiati, e Ikea sta già aumentando gli investimenti digitali, mentre i volumi e l’interesse per il catalogo sono diminuiti“.

Leggi anche -> WhatsApp: attenzione alla truffa dei buoni regalo Ikea, è una trappola!

Ikea dice che commemorerà il catalogo con il lancio di un libro nell’autunno del 2021.