Partenza ad handicap per il bonus cashback: a causa di un flusso di 6 mila richieste al secondo il sito e l’app dedicata sono già in tilt

Bonus cashback: in tilt l'app e il sito

Al via il bonus cashback, meccanismo che restituisce parte degli euro spesi con sistemi telematici, e app dedicata in tilt. Da ieri notte è possibile, attraverso l’ultimo aggiornamento della app IO, registrare le proprie carte di pagamento e il codice Iban su cui verranno accreditati i rimborsi per le spese sostenute. I più fortunati sono riusciti a completare l’operazione senza problemi ma già nel corso della mattinata di ieri si sono registrati alcuni disservizi: il Codacons, infatti, ha denunciato “rallentamenti e malfunzionamenti dell’App Io, con l’impossibilità di accedere alla sezione Portafoglio e registrare le carte da usare per i pagamenti e il cashback”. PagoPA, il sistema di cyberpagamento della Pubblica Amministrazione, che gestisce il cashback, invoca “comprensione e pazienza“: già “circa 1 milione” le registrazioni, possibili quindi “momentanei rallentamenti e disservizi”. Come rende noto l’edizione online de “La Repubblica”, a mandare in tilt l’app, in realtà solo la parte “portafoglio” dove caricare le carte, è il boom di richieste, oltre 6 mila al secondo, che ha sovraccaricato i servizi bancari. Come detto, al momento circa 1 milione di utenti avrebbe caricato un metodo di pagamento e starebbe attivando il cashback, hanno precisato fonti di Palazzo Chigi ammettendo, altresì, che i consistenti flussi di traffico stanno causando dei problemi che, hanno assicurato, si risolveranno a breve.

LEGGI ANCHE –> Manovra, cosa cambia per il cashback e la lotteria degli scontrini

Al via il bonus cashback: il sito e l’app sono già in tilt.  I passaggi per la registrazione

Dopo l’accesso attraverso Spid all’App IO il sistema chiede di confermare di essere maggiorenni e residenti in Italia nonché di utilizzare gli strumenti di pagamento previsti dalla relativa normativa. Procedura ulteriormente semplificata per gli utenti che in passato si sono serviti dell’App IO per inoltrare pagamenti alla Pubblica amministrazione: avendo già una carta associata al profilo, non devono fare alto che confermare l’iscrizione della suddetta carta al cashback.

LEGGI ANCHE –> Bonus 300 euro carta e bancomat: per chi è previsto e a partire da quando

Per associare una seconda carta di credito occorrono numero, data di scadenza e codice di sicurezza della stessa. Per quanto riguarda i bancomat, il sistema di default avvia una ricerca per individuare i PagoBancomat registrati. Nel caso in cui non venissero reperiti, è possibile utilizzare le carte di credito per gli acquisti.