GF Vip, Elisabetta Gregoraci vuole andare via dalla casa anche per riabbracciare suo figlio Nathan Falco, che è in vacanza a Dubai, con il padre, Flavio Briatore. Ecco perchè

2 dic curiosauro gf vip briatore

GF Vip, Elisabetta Gregoraci è disperata, pronta a fare le valige per correre da suo figlio Nathan Falco e abbracciarlo. Ma il bambino, 10 anni, è in vacanza a Dubai, con il padre, Flavio Briatore. I due sono partiti con un jet privato e ora trascorrono insieme i giorni di vacanza. Briatore non si capacita di quanto il suo bambino sia cresciuto: “Guardo mio figlio e mi sorprendo… scrive il manager, improvvisamente Falco non è più un bambino, ma quasi un adolescente”, ha scritto sul suo profilo Instagram, dove commenta e documenta il suo viaggio. I due sembrano divertirsi insieme. Divertimento, benessere, momenti belli vissuti insieme tra padre e figlio. I due consolidano così un legame che si è molto rafforzato in questo periodo.

Ma la domanda che sta girando in questi giorni, anche con un po’ di cattiveria per i casini in corso al GF Vip, con la madre che non smette di litigare con Giulia Salemi per la gelosia proprio nei confronti di Briatore, è: perché mai Flavio Briatore ha portato suo figlio nella capitale degli Emirati Arabi?

Non sono mancati i commenti e le teorie dietro alla scelta del manager. Che però ha voluto chiarire subito scrivendo sul suo profilo Instagram, approfittando anche per rivolgere una critica indiretta nei confronti dei siti gossip: “Il GOSSIP non dorme mai”, ha iniziato così Briatore, che ha poi spiegato di essere andato a Dubai per lavoro, “per l’apertura del nuovo concept Billionaire, che tra l’altro sta già riscuotendo un successo straordinario. Ho portato mio figlio Falco con me, assicurandomi che ogni giorno studiasse e svolgesse i compiti che gli erano stati assegnati dalla scuola prima di partire. Il motivo di questa mia decisione e’ stato soltanto il desiderio di poter passare anche questi giorni di lavoro insieme a mio figlio. Il resto sono pure fantasie e pettegolezzi”. Caro Briatore, ma di fantasia e pettegolezzi, ci si campa.