Se si intravede la luce in fondo al tunnel, l’uscita però non è vicina. Per Silvio Brusaferro, Presidente dell’ISS, il Covid “ci accompagnerà ancora per un anno e mezzo”

Iss: "L'epidemia di Covid ci accompagnerà ancora per un anno e mezzo"
Il Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro

Quello causato dall’epidemia di Covid-19 “è uno stress che non è stato puntiforme, come un terremoto o un’alluvione, è uno stress che si prolunga per oltre un anno e ci accompagnerà per un anno e mezzo circa“. Così il Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro. “Stiamo mettendo in atto strategie di adattamento che lasceranno il segno in futuro, alcune probabilmente in maniera permanente”, ha aggiunto Brusaferro. “Quello che stiamo vivendo è un cambiamento epocale– gli ha fatto eco Walter Ricciardi, Consigliere del Ministro della Salute Roberto Speranza-non sarà possibile tornare alla normalità per molti anni. Tuttavia, la luce in fondo al tunnel è sempre meno fioca. “Festeggiate con la famiglia, evitate celebrazioni a cui partecipano famiglie diverse e numerose”. E’ l’invito del Direttore Generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, che comunque ha segnalato il primo calo globale di nuovi casi di Covid da settembre grazie alla “frenata” registrata in Europa. “E’ una buona notizia ma cautela. Il vantaggio può essere facilmente perso. Seguire sempre le linee guida locali o nazionali”. L’Organizzazione Mondiale della Sanità “farà di tutto per conoscere l’origine del virus, per combatterlo e per essere sicuri di prevenire futuri focolai”, ha assicurato.

LEGGI ANCHE –> Gomorra, lutto nella serie tv, è morto per Covid: “Non sarà più la stessa cosa”

Covid, ISS: “Epidemia ancora per un anno e mezzo”. 16.377 i nuovi positivi nelle ultime 24 ore

Sono 16.377 i nuovi casi di Coronavirus nelle ultime 24 ore nel nostro Paese, per la prima volta sotto i 20 mila nel mese di novembre ma a fronte di molti meno tamponi fatti 130.524 (176.934 il giorno precedente). Il rapporto positivi-tamponi sale:12,5%. Ancora alto il numero dei decessi: 672 contro i 542 di domenica. Calano di 9 unità i ricoveri in terapia intensiva, 3.744 in tutto, ma crescono i ricoveri ordinari, +308. I guariti in 24 ore sono 23.004, 757.507 da inizio dell’epidemia. Diminuiscono di 17.300 gli attualmente positivi. L’incremento maggiore in Emilia Romagna +2.041 seguito dal Veneto, +2.003, e dalla Lombardia 1.929. Nell’ultimo mese i casi di infezione da Covid in Italia sono stati 800.953, di cui 22.712 tra gli operatori sanitari, i decessi 12.904 e i guariti 304.531. Questi i dati della sorveglianza integrata sul Covid-19 pubblicati dall’Istituto Superiore di Sanità, aggiornati all’altro ieri, 29 novembre. L’età mediana dei casi è 48 anni; il 48,3% dei contagiati sono maschi, il 51,7% femmine, l’11% è under18, il 15,5% over70, il 29% ha tra 51 e 70 anni e il 44,3%, la maggior parte, ha tra 19 e 50 anni.

LEGGI ANCHE –> ‘Ogni Mattina’, Ciacci positivo al Covid. Adriana Volpe e Alessio Viola conducono da casa