All’indomani dell’improvvisa scomparsa di Maradona il suo Napoli scenderà in campo, stasera, alle 21.00, contro il Rijeka: dove vederla

Napoli-Rijeka, dove vederla: Sky o TV8?

The show must go on” e quindi, sebbene ancora scioccati, come tutto il mondo, e con il cuore gonfio di dolore, gli azzurri, stasera alle ore 21.00, allo Stadio “San Paolo, meta di un autentico pellegrinaggio dei tifosi, iniziato subito dopo la diffusione della notizia della morte del “Pibe de oro“, affronteranno i croati del Rijeka, già battuti all’andata, nel match valido per il quarto turno di Europa League. I tifosi hanno reso noto che, in segno di omaggio al loro idolo, “dopo il minuto di silenzio (disposto dall’Uefa, ndr) faremo partire da ogni finestra il più grande applauso“. Con un girone in cui domina l’equilibrio, con Napoli, Az Alkmaar e Real Sociedad a 6 punti e il Rijeka fanalino di coda ancora a zero punti, gli azzurri sono obbligati a vincere. Inoltre il Napoli deve anche sfatare il tabù “San Paolo” essendo reduce da tre sconfitte consecutive: Az in Europa League, Sassuolo e Milan in campionato. Non solo il futuro europeo degli azzurri ma anche la strada verso l’agognato scudetto passa per il Rijeka. No, non è un errore. Rijeka, l’ex Fiume, inevitabilmente richiama alla mente l’ ”Impresa di Fiume”, l’occupazione, il 12 settembre 1919, della città del Carnaro da parte di un manipolo di volontari e militari ribelli guidati da Gabriele D’Annunzio per rivendicarne l’appartenenza all’Italia e conseguentemente ottenerne l’annessione in risposta alla “vittoria mutilata” dell’Italia nella Prima Guerra Mondiale. E proprio Fiume fu il teatro dell’ennesimo incrocio tra la Storia e il calcio. Nella Carta del Carnaro, dal nome del Golfo sui cui si affaccia Rijeka, la Costituzione della Reggenza del Carnaro scritta da D’Annunzio e dal sindacalista socialista Alceste De Ambris, tra le più progressiste Carte Costituzionali anche rispetto agli standard attuali, grande attenzione venne data anche allo sport, ricompreso nella sezione dedicata all’istruzione, su impulso, tra gli altri, dello stesso D’Annunzio che in gioventù si dilettava a giocare a calcio sulla spiaggia di Francavilla prima di appendere le scarpette al chiodo dopo la perdita di due denti a seguito di uno scontro di gioco. E a conferma di ciò il 7 febbraio 1920 a Fiume si disputò un match amichevole tra una rappresentativa di volontari italiani che avevano seguito il Vate in quell’impresa e una selezione di residenti fiumani. Per l’occasione D’Annunzio, in polemica con la monarchia sabauda, sostituì lo stemma sabaudo che campeggiava sulla maglietta della Nazionale dell’epoca con uno scudo, che disegnò di proprio pugno mutuandolo da quello cosiddetto sannitico antico, che riproduceva i colori della bandiera italiana: era nato lo scudetto che a partire dal 1924 fregia il petto di chi si laurea campione d’Italia. E chissà, quindi, che il confronto con i croati del Rijeka, ex Fiume, non sia beneaugurante in vista della lotta per la conquista di quel bramato scudetto che ormai manca nella bacheca del Napoli da più di 30 anni e regalato ai tifosi, come il primo, da Diego Armando Maradona che si è spento ieri.

LEGGI ANCHE –> Maradona, in centinaia alla camera ardente allestita alla Casa Rosada

Europa League, Napoli-Rijeka: dove vederla, in tv e in streaming, le probabili formazioni

Il match Napoli-Rijeka, valido per la quarta giornata del girone “F” di Europa League, in un clima di tristezza per la scomparsa del “Pibe de oro”, sarà visibile, in diretta tv, su Sky sui canali Sky Sport Arena (numero 204 del satellite) e Sky Sport (253 del satellite e 484 del digitale terrestre). Gli abbonati al network satellitare potranno, inoltre, seguire la partita anche in diretta streaming mediante Sky Go  sia su dispositivi mobili come tablet e smartphone, scaricando l’apposita app, sia sul proprio pc o notebook collegandosi al sito ufficiale della piattaforma. In alternativa, è possibile seguire il match su Now Tv, il servizio di streaming live e on demand di Sky che consente di vedere il meglio della programmazione sportiva della tv satellitare acquistando uno dei pacchetti proposti. Di seguito le probabili formazioni:

NAPOLI (4-2-3-1): Meret, Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam; Demme, Bakayoko; Politano, Zielinski, Elmas; Petagna

RIJEKA (4-2-3-1): Nevistic; Galovic, Velkoski, Smolcic, Tomecak; Cerin, Loncar; Muric, Andrijasevic, Stefulj; Yateke

LEGGI ANCHE –> Prelievo di denaro per i regali di Natale: attenti a queste regole