Scopriamo se un paziente guarito dal Covid e poi in contatto con un positivo deve fare o meno la quarantena

Covid guarito contatto positivo quarantena
(foto dal web)

Vediamo se un pazienti guarito dal Covid e poi in contatto con un positivo deve fare la quarantena oppure no. In questa seconda ondata ci sono persone hanno avuto contatti con altre contagiate dal Coronavirus e sono state messe in isolamento. Scopriamo per quale motivo. Coloro che sono guariti dal virus ha sviluppato degli anticorpi. Ad alcuni di più, ad altri di meno ma, in teoria, i guariti dal Covid posseggono delle difese immunitarie in grado di fare loro da protezione da una seconda infezione.

Tuttavia, stando agli esperti, fino a questo momento, anche coloro che sono guariti devono fare la quarantena quando hanno avuto contatti con un soggetto positivo. Pierangelo Clerici, presidente dell’Associazione Microbiologi Clinici Italiani e della Federazione Italiana Società Scientifiche di Laboratorio, spiega al ‘Corriere della Sera‘. “Il fatto di essere stati contagiati e di aver avuto il doppio tampone negativo che indica la guarigione quattro mesi fa – ha specificato – non esclude che il soggetto possa avere un nuovo contagio oggi, risultare positivo al tampone, ed essere ancora in grado di trasmettere il virus“.

LEGGI ANCHE —> Vaccino anti-Covid, fondatore Biontech: “Normalità dall’inverno 2021”

LEGGI ANCHE —> Autocertificazione, multe da 2000 euro per i “furbetti”

Covid, perché una persona guarita in contatto con un positivo si deve mettere di nuovo in quarantena

Covid guarito contatto positivo quarantena
(foto dal web)

Inoltre non è sicuro che coloro che hanno sviluppato gli anticorpi non siano in grado di essere di nuovo contagiati. Clerici prosegue. “Non sappiamo se gli anticorpi siano realmente protettivi e neppure quanto durano – ha sostenuto –. Fino ad allora tutti dovranno adeguarsi al protocollo che prevede l’isolamento se si viene in contatto con persone positive“.

Le ricerche sulla risposta degli anticorpi non hanno fornito risultati certi per avere un’idea sicura degli effetti del virus e delle difese immunitarie serviranno anni e, seppure le seconde infezioni sono davvero scarse, esistono e devono essere considerate. Qualunque persona entri in contatto con un contagiato dal virus, dunque, anche se guarita dalla patologia, si dovrà mettere in quarantena e dovrà essere sottoposta ai test per verificare se sia stata nuovamente contagiata o meno dal Covid.