Vediamo insieme a quanto ammontano gli importi delle multe in caso di mancato rispetto delle restrizioni contenute nel nuovo DPCM

Nuovo DPCM importi sanzioni pecuniarie

Ormai sappiamo tutto sulle ultime restrizioni contenute nel DPCM del 3 novembre entrato in vigore ieri, poco o nulla invece delle sanzioni pecuniarie e penali in caso di inottemperanza: ammenda di 280 euro a carico di chi viene sorpreso a circolare negli orari interdetti senza essere munito dell’autocertificazione, importo che sale a 560 euro in caso di recidività. In caso di evasione dalla quarantena è prevista la denuncia penale con possibile condanna a un minimo di 3 mesi a un massimo di 18 mesi oltre a un’ammenda pecuniaria da 500 a 5000 euro. Intanto, il Tar della Puglia ha accolto il ricorso del Codacons e di alcuni genitori della provincia di Bari che si oppongono all’ordinanza regionale che ha chiuso tutte le scuole, asili a parte. L’ordinanza pugliese è più restrittiva rispetto a quanto previsto nel DPCM e, si è pronunciato il Tar, “interferisce, in modo non coerente, con l’organizzazione dei servizi scolastici. In Puglia molte scuole e molti studenti non sono sufficientemente attrezzati per la Dad“: da qui lo stop all’ordinanza e discussione nel merito fissata il 3 dicembre.

LEGGI ANCHE –> Nuovo DPCM, Conte: “Fermare treno in corsa”

Nuovo DPCM, gli importi delle multe in caso di inosservanza. In Europa 12 milioni di casi di positività al Covid

“A mali estremi, estremi rimedi”, recita un vecchio adagio. Gli alti importi delle sanzioni pecuniarie in caso di inosservanza delle disposizioni anti-contagio sono imposti dalla situazione epidemiologica che non solo nel nostro Paese sta pericolosamente precipitando come impietosamente fotografano i dati diffusi dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Record di nuovi casi di Covid a livello globale in sole 24 ore: nella giornata di ieri, infatti, sono stati accertati 581.679 contagi contro i 540.313 di giovedì (+7,6%). Il record precedente era stato raggiunto il 31 ottobre scorso a quota 557.467. Intanto, il bilancio complessivo dei casi nel mondo si avvia verso la soglia dei 50 milioni: secondo i conteggi della Johns Hopkins University, attualmente si attesta a quota 49.322.827, inclusi 1.242.868 morti. Mentre i casi di positività al Covid registrati in Europa hanno superato i 12 milioni, secondo un bilancio dell’agenzia Afp, i morti sono circa 300 mila. I 52 Paesi europei sono i più colpiti dalla pandemia, davanti ad America Latina/Caraibi (11,5 milioni di casi) e all’Asia (10,9 milioni). Circa metà dei 12 milioni di contagi sono distribuiti in soli 4 Paesi: Russia, Francia, Spagna, Regno Unito.

LEGGI ANCHE –> Test psicologico, la casa che scegli rivela ciò di cui hai bisogno nella vita