Per ridurre le frizioni tra William ed Harry, e non solo, la Regina Elisabetta ha ordinato la terapia di gruppo per la famiglia reale

Terapia di gruppo a Natale per la famiglia reale inglese
La Regina Elisabetta II

Chi non ricorda il serial cult “I Soprano“, definito dal New York Times “la più grande opera della cultura pop americana dell’ultimo quarto di secolo? Protagonista era il compianto James Gandolfini che interpretava il ruolo di un boss della mafia statunitense che tra un omicidio, un’estorsione, la gestione del traffico di droga e della prostituzione per curare gli attacchi di panico settimanalmente si sdraiava sul lettino della psicanalista, la Dr.ssa Jennifer Melfi, per confidarle i suoi turbamenti interiori legati alla famiglia, in particolar modo al difficile rapporto con la madre. Plastica dimostrazione di come mettersi a nudo di fronte a uno psicoanalista non sia più appannaggio dei vip e degli artisti dalla sensibilità rarefatta ma anche della gente comune, dei criminali e addirittura delle teste coronate. Non avendo ancora metabolizzato la “megxit“, la rinuncia al ruolo di membri senior della Royal Family del principe Harry e della consorte Meghan, con tanto di trasferimento negli Stati Uniti, la Regina Elisabetta ha deciso di ricorrere alla terapia di gruppo per affrontare i problemi di famiglia. Secondo il portale tgcom.24, la riunione potrebbe tenersi nel periodo natalizio.

LEGGI ANCHE –> Nuovo DPCM, Speranza ai Governatori: “Basta polemiche”

Regina Elisabetta: terapia di gruppo a Natale per la famiglia reale.

Nulla da dire, nonostante le sue 94 primavere sulle spalle, la Regina Elisabetta è decisamente al passo con i tempi. Uscita dal suo isolamento, stanca di rimuginare sulla situazione del nipote riottoso e recalcitrante a rispettare i protocolli di corte, a Natale la Sovrana convocherà i componenti della Royal Family, compresi il principe Harry e la moglie Meghan Markle. Sarà l’occasione per discutere, chiarirsi e provare ad appianare le divergenze e forse per la Regina di togliersi qualche sassolino dalla scarpa. Non è detto che Harry possa volare in Gran Bretagna ma Elisabetta ha già pronto il piano B: potrà partecipare alla terapia di gruppo in videoconferenza.

LEGGI ANCHE –> Covid, oltre 34 mila contagiati e 453 morti, Rezza: “Non è un buon segnale”