In audizione alla Camera, il Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro ha messo in guardia: “Curva epidemiologica del Covid in fase di crescita”

Brusaferro,ISS: "Curva epidemica del Covid in fase di crescita"
Il Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro

Siamo in una fase di crescita della curva epidemica ma auspichiamo che gli interventi consentano di piegarla. E’ una fase in cui si alternano “escalation di misure” e “misure che vengono rilassate” che non vuol dire liberi tutti. E andrà così per tutto l’inverno. Con più del 4% di tamponi positivi c’è forte circolazione di virus: in tutte le Regioni è così e alcune non hanno quasi più posti letto”, così Silvio Brusaferro, Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, in audizione in Commissione Affari sociali Camera dei Deputati.  Crescono i ricoverati sintomatici e  l’età media dei contagiati: la scorsa settimana sono stati oltre 3.3 milioni i casi di Covid a livello globale, la metà dei quali è stata registrata in Europa. Nel Vecchio Continente si è assistito a un aumento del 22% rispetto alla settimana precedente. E’ quanto certifica l’Organizzazione Mondiale della Sanità nel proprio rapporto settimanale sulla pandemia basato sui dati forniti dai Paesi membri. In evidenza anche un aumento dei nuovi decessi del 46% rispetto ai 7 giorni precedenti. Da inizio della pandemia è cresciuta la percentuale dei casi confermati tra popolazione più giovane.

LEGGI ANCHE –> Non solo il Covid, ben 850 mila virus minacciano il mondo!

Covid, Brusaferro, ISS: “Curve epidemiologica in fase di crescita”. Il bollettino nazionale del 4 novembre

Anche nel nostro Paese si riscontra un aumento del numero di nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, 30.550 contro i 28.244 del giorno precedente, ma a fronte di un maggior numero di tamponi processati, circa 212 mila contro i 182.000 del precedente monitoraggio. Stabili i decessi: 352 contro i 353 dell’altro ieri. “Il trend è in aumento ma negli ultimi giorni si è registrata una certa stabilizzazione. Purtroppo i fattori del riemergere del virus non sono tutti noti. Lombardia, Campania e Piemonte le Regioni più  colpite, lieve incremento nel Lazio”, così Giovanni Rezza, Direttore Generale del Dipartimento Prevenzione del Ministero della Salute. Intanto, sono definiti “stazionari” i parametri vitali del Card. Gualtiero Bassetti, Presidente della Cei, Confernza Espiscopale Italiana, e Arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, che è stato contagiato dal Covid: una settimana fa il tampone positivo, sabato il ricovero in urgenza e poi in Terapia intensiva presso il nosocomio “Santa Maria della Misericordia” del capoluogo umbro. Il prelato 78enne presenta un quadro clinico definito grave. “Continua l’ossigenoterapia con supporto ventilatorio non invasivo e le terapie del caso”, si legge nel bollettino medico diramato dalla Direzione sanitaria del nosocomio umbro. Anche il Sommo Pontefice, Francesco, durante l’udienza generale di ieri, in streaming per rispettare le misure anti-contagio, ha invitato i fedeli a osservare rigorosamente le prescrizioni della autorità politiche e sanitarie.

LEGGI ANCHE –> Conte ha firmato il DPCM: coprifuoco alle 22 e lockdown di 15 gg nelle zone rosse