Riuscito l’intervento chirurgico per la rimozione di un ematoma subdurale al cervello cui è stato sottoposto Maradona: resterà in clinica per almeno 1 settimana

Diego Armando Maradona, riuscito l'intervento chirurgico
Diego Armando Maradona

La maledizione dei compleanni a cifra tonda: dopo la scomparsa del grande attore Gigi Proietti proprio nel giorno in cui avrebbe compiuto 80 anni e i cui funerali verranno officiati domani quando per l’occasione sarà lutto cittadino a Roma, ha rischiato grosso, quasi una costante della sua vita da genio e sregolatezza, anche il D10S del calcio Diego Armando Maradona, sottoposto urgentemente a un intervento chirurgico per l’ablazione di un ematoma subdurale al cervello appena 4 giorni dopo i festeggiamenti per il suo 60esimo genetliaco. Per fortuna il suddetto intervento chirurgico si è concluso con successo e così tutto il mondo del calcio può tirare un sospiro di sollievo. Lo ha reso noto la televisione argentina TyC Sports e lo ha confermato anche la ex compagna del Pibe de Oro, Veronica Ojeda.

LEGGI ANCHE –> Conte ha firmato il DPCM: coprifuoco alle 22 e lockdown di 15 gg nelle zone rosse

Maradona, riuscito l’intervento chirurgico al cervello. Il medico personale del Pibe de oro: “E’ tutto sotto controllo”

Subito dopo è arrivato il comunicato ufficiale di Sebastian Sanchi, portavoce di Maradona: “Tutto è andato come previsto, Diego sta bene e sta riposando nella sua stanza”. L’operazione, eseguita alla “Clinica Olivos” di Buenos Aires, è durata circa 80 minuti come ha spiegato il dottor Leonardo Luque, il medico personale di Maradona: “Siamo riusciti a rimuovere il coagulo di sangue. Diego ha affrontato bene l’operazione. È sotto controllo. C’è un po’ di drenaggio”. Secondo quanto riportato dai media argentini, Maradona dovrebbe restare in ospedale almeno una settimana e il recupero potrebbe durare circa un mese. Inizialmente Maradona era stato ricoverato una forma di anemia e di apatia, con un persistente stato di ansia e depressione. Successivamente, accertamenti diagnostici più approfonditi hanno rilevato la presenza di un grumo di sangue che sarebbe stato causato da un incidente domestico a cui in un primo momento non era stata attribuita molta importanza: di qui la necessità di ricorrere all’intervento chirurgico.

LEGGI ANCHE –> Gigi Proietti: “Il giorno del suo funerale sarà lutto cittadino”