Per gli amanti del cinema, e non solo, è una giornata da dimenticare: è morto l’attore Sean Connery. Aveva 90 anni

E' morto l'attore Sean Connery, aveva 90 anni
Sean Connery aveva vinto un Oscar con il film “Gli Intoccabili”

Per gli amanti della serie di film 007, ispirati ai libri di Ian Flemming, oggi è una delle giornate da dimenticare: Sean Connery è morto.

LEGGI ANCHE—>ALESSIA MARCUZZI: L’ESITO DEL TAMPONE E’ ARRIVATO

L’attore inglese, nato nel lontano 25 Agosto del 1930, si è spento oggi dopo una lunga malattia che lo aveva costretto a lasciare la scena cinematografica nel 2003: a dare la notizia la BBC.

L’attore, nato da una coppia non agiata, in gioventù si è trovato a svolgere molti tipi di mestieri, dal muratore al bagnino, dal lavapiatti alla guardia del corpo. Dal modello all’attore teatrale ed infine attore cinematografico.

E’ morto Sean Connery, aveva 90 anni. Con lui se ne va un pezzo di cinema

Dopo aver partecipato all’edizione del 1953 di Mister Universo, in rappresentanza della sua nazione (Scozia), è iniziata la sua carriera da attore che lo ha portato ad essere sia una icona, sia uno degli attori più amati dagli spettatori. La sua definitiva consacrazione arrivò nei primi anni ‘60 con il ruolo del più sensuale ed audace agente segreto della Regina, per cui ha recitato in varie pellicole.

La sua consacrazione arrivò solo dopo molti anni e molti films, grazie alla straordinaria performance in “The Untouchables” del 1987: vinse sia l’Oscar che il Golden Globe come miglior attore non protagonista.

LEGGI ANCHE—>LA TOCCANTE CONFESSIONE DI MATILDE BRANDI: “MI E’ MORTA TRA LE BRACCIA…”

Dal 2003, a causa di una malattia degenerativa, diede l’addio al cinema, senza però smettere di battersi per la sua Patria (la Scozia) e per l’ambiente.

E' morto l'attore Sean Connery, aveva 90 anni
Sean Connery è morto: con lui se ne va un pezzo di Cinema

Dal 2011 si batteva per la tutela degli ambienti marini, sovvenzionando anche il politico Al Gore per il suo progetto di protezione del Clima.

Per la sua nazione natia, ha sovvenzionato economicamente e pubblicizzato il Partito Nazionalista Scozzese, in occasione del referendum riguardante l’indipendenza della Scozia.

Con lui oggi ci lascia un pezzo di storia del cinema.