Uno storico collaboratore del “New Yorker” è stato sospeso perché sorpreso a masturbarsi durante una videoconferenza su Zoom

Si masturba in diretta "Zoom": sospeso storico collaboratore del "New Yorker"
Jeffrey Toobin

Ormai la masturbazione, maschile e femminile, non è più tabù: dopo secoli di oscurantismo, di sessuofobia, di divieti imposti dalla morale religiosa e di immotivati ed indotti timori legati ai suoi presunti effetti collaterali, la cecità, tutti gli esperti, medici, sessuologi e psicoanalisti, sono concordi nel sottolinearne il benefico ruolo nel ridurre i livelli di stress contribuendo in tal modo a rispristinare l’equilibrio psicofisico. Nel caso degli uomini, secondo gli andrologi e gli urologi, una regolare pratica masturbatoria è la migliore profilassi contro l’insorgenza del cancro alla prostata, la forma tumorale tra le più diffuse nella popolazione maschile. E poi, masturbarsi è un modo per ritagliarsi dei momenti tutti per sé, per approfondire le proprie emozioni e le proprie fantasie erotiche oltre a, come ironicamente e acutamente fanno notare alcuni, “fare l’amore con la persona che più si ama in assoluto e che non si tradirebbe mai“. Insomma, la masturbazione, dati i suoi molti effetti positivi, è fortemente raccomandata a tutti, uomini e donne, adulti e adolescenti, single e accoppiati; l’importante è scegliere il luogo e il momento idonei quando si decide di indulgere all’autoerotismo: Jeffrey Toobin, analista giuridico e storico commentatore, è stato sospeso dal settimanale New Yorker perché sorpreso a masturbarsi durante una videoconferenza, su Zoom, con alcuni dipendenti della rivista.

LEGGI ANCHE –> Anbeta Toromani, come non l’avete mai vista: “Sensualissima e bollente”

Si masturba in diretta “Zoom”, sospeso giornalista del “New Yorker”. “Credevo di essere fuori campo”

“Ho commesso un errore imbarazzante e stupido ma credevo di essere fuori campo“. Così si è difeso Jeffrey Toobin, l’analista giuridico e storico commentatore sospeso, come già  anticipato nel primo paragrafo, dal settimanale “New Yorker” perché sorpreso a masturbarsi durante una videoconferenza su Zoom. Toobin, che si è scusato con la famiglia e i colleghi, è anche analista legale alla Cnn e proprio l’emittente all-news, in una nota, ha spiegato che Toobin “ha chiesto un periodo di ferie per occuparsi di una questione personale“.

LEGGI ANCHE –> NASA: progetto Luna | “Utilizzeremo l’acqua trovata sulla superficie lunare”