Lo Shanghai Wildlife Park ha temporaneamente chiuso i battenti dopo che un operaio dello zoo è stato sbranato a morte da un orso sabato 17 ottobre nella zona “bestia selvatica” del parco.

orso zoo

Un operaio dello zoo è stato sbranato a morte davanti a un autobus turistico affollato in una mostra di orsi bruni allo Shanghai Wildlife Park.

L’incidente è avvenuto al parco naturale sabato 17 ottobre nella “zona delle bestie selvatiche” dello zoo.

Nella zona, gli orsi possono vagare liberi mentre i turisti li osservano in tutta sicurezza da un autobus.

Un operaio avrebbe lasciato i confini dell’autobus ed sarebbe stato attaccato da un orso mentre era in servizio.

Leggi anche -> Realtà aumentata sui cani dell’esercito | “Il futuro delle operazioni militari”

I funzionari del parco hanno espresso le loro condoglianze alla famiglia dell’uomo, e hanno detto che è stata “una tragedia estremamente dolorosa“.

L’incidente è stato ripreso in video ed è stato diffuso sulla piattaforma di social media cinese Weibo.

Nel video, i turisti possono essere visti urlare dall’interno dell’autobus, con molti degli animali radunati all’esterno.

Un uomo può essere sentito esclamare “C‘è qualcuno lì!“, e un altro si sente chiedere “Cosa sta succedendo?” nel filmato.

Da un altro autobus, si possono vedere diversi orsi che affollano l’autobus in questione, in piedi fino alla ringhiera.

Lo Shanghai Wildlife Park ha promesso di rafforzare le sue operazioni di sicurezza e ha detto che “faremo del nostro meglio per gestire le conseguenze dell’incidente“.

orso zoo

Da allora il Wildlife Park ha chiuso e ha rimborsato i biglietti a tutti i visitatori che si aspettavano di visitarlo durante il periodo di chiusura.

È raro che i lavoratori dello zoo in Cina vengano sbranati a morte dagli animali, ma le aggressioni non sono del tutto rare.

Leggi anche -> “The Embrace”, ecco la foto vincitrice del Wildlife Photographer of the Year

Nel 2017, un uomo è stato morso da un orso in un parco naturale in Cina dopo aver ignorato gli avvertimenti del parco e aver abbassato il finestrino per dar da mangiare all’orso.