Sempre più preoccupante il bilancio nazionale dell’epidemia di Covid. Ieri sfondato il muro degli 8 mila nuovi contagiati: 8.804

Covid-19 bilancio 15 ottobre

Non si arresta l’aumento dei casi di positività al coronavirus in Italia: sono 8.804 nelle ultime 24 ore a fronte dei 7.332 casi di mercoledì. 162.932 tamponi processati, +11mila. Quasi raddoppiate le vittime: 83 contro le 43 del giorno precedente. Secondo l’ultimo report diffuso dal Ministero della Salute, crescono anche i ricoveri in terapia intensiva, 586, +47 rispetto al monitoraggio precedente. 99.266 gli attualmente positivi, +6.821. In calo i guariti,1.899 contro i 2.037 di mercoledì. Il rapporto positivi-tamponi è salito a a 5,4%. 2.067 nuovi casi in Lombardia, 1.127 in Campania, 1.033 in Piemonte. Accelera l’evoluzione dell’epidemia di Covid, “entrata in fase acuta con aumento dei casi“. Lo rileva il monitoraggio settimanale del Ministero della Salute-Istituto Superiore di Sanità. Si registrano aumenti in terapia intensiva che rischiano, in alcune Regioni, di raggiungere valori critici a novembre”. “Appello alla popolazione a rispettare le norme di precauzione: mascherina e distanziamento”, si legge nel rapporto, “per evitare ulteriore peggioramento e restrizioni territoriali”. Rt 1 o oltre l’1 in 18 regioni: in testa la Valle d’Aosta, Basilicata  a 0.94 e Molise a 0.83. Infine, “in aumento probabili focolai a scuola”. Intanto, la Regione Piemonte con la Protezione civile allestirà punti di accesso e controlli rapidi “a tutti i valichi di confine con la Francia dove i contagi sono altissimi”. Lo ha reso noto il Governatore  Alberto Cirio spiegando che l’iniziativa è volta a garantire il presidio “massimo e assoluto” del territorio. Inoltre, Cirio ha ricordato che gli aeroporti di Torino e Roma sono stati i primi in Italia a fare controlli allestendo i Covid test point.

LEGGI ANCHE –> Antonella Clerici arrabbiata con la figlia Maelle: “Lei lo sa”

Coronavirus, il bilancio nazionale del 15 ottobre: 8.804 nuovi positivi. Restrizioni anche in Germania

La Germania ha registrato 6.638 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore che segnano anche un nuovo record di contagi da inizio dell’epidemia. Il precedente primato di casi in 24 ore risaliva al 28 marzo quando ne sono stati accertati 6.294. Motivo per il quale la Germania corre ai ripari per fronteggiare l’aumento dei casi: saranno infatti imposte “limitazioni nei contatti nelle zone dove le nuove infezioni superano i 50 nuovi contagi per 1000 abitanti sia in pubblico che in privato“.  Lo ha annunciato la cancelliera Angela Merkel.  Mentre da domani, come riferiscono i media britannici, Londra salirà al livello due per le restrizioni contro il Covid-19, ossia “allerta alta”. La misura prevede anche il divieto di riunioni in casa tra amici. Il sindaco Sadiq Khan ha messo in guardia: il virus si sta “diffondendo rapidamente in ogni angolo della nostra città“. Ai londinesi è stato inoltre consigliato di evitare i trasporti pubblici e di ridurre il più possibile gli spostamenti. Sono restrizioni “necessarie per proteggere i londinesi“, ha sottolineato il sindaco.

LEGGI ANCHE –> “The Embrace”, ecco la foto vincitrice del Wildlife Photographer of the Year