In calo i nuovi positivi al coronavirus nelle ultime 24 ore: 4.619 contro i 5.456 del precedente monitoraggio. 39 le vittime, mai così tante dal 20 giugno

Covid-19 bilancio 12 ottobre

Contagi in flessione nel nostro Paese nelle ultime 24 ore: sono 4.619 ma con solo 85mila tamponi processati (domenica si sono registrati 5.456 casi di positività al virus cinese). Sono 39 le nuove vittime, 36.205 dall’inizio dell’emergenza. Era dal 20 giugno che non si registravano tanti decessi in 24 ore (quel giorno sono stati 49). Salgono i ricoveri in ospedale, +302, e le terapie intensive, +32. Sono 891 i guariti/dimessi nelle ultime 24 ore, in calo rispetto ai 1.184 di domenica. La Regione con più casi è la Lombardia (696) seguita da Campania (662), Toscana (466) e Lazio (395). Non ci sono Regioni Covid free. Intanto, dopo un lungo confronto all’interno del governo e con le Regioni è arrivato il via libera al nuovo DPCM firmato dal Premier Giuseppe Conte e dal Ministro della Salute Roberto Speranza. E’ quanto si apprende da fonti di governo. Le misure anti contagio del nuovo DPCM – sempre da quanto si apprende dalle stesse fonti – saranno valide per i prossimi trenta giorni. Nel testo, oltre allo stop ai locali alle 24, “non è prevista la didattica a distanza, neppure per le Scuole superiori” e in merito alle norme anti-contagio è prevista una “una forte raccomandazione a evitare feste nelle abitazioni private e di ricevere più di 6 persone non conviventi“.

LEGGI ANCHE –> E’ partita la caccia al cantante italiano: chi è che sta baciando un uomo?

Coronavirus, il bilancio nazionale del 12 ottobre: 4.619 nuovi positivi. Gran Bretagna, “tre livelli” di restrizioni”

Il numero di casi di contagio da coronavirus nel mondo ha raggiunto quota 37,5 milioni dall’inizio dell’emergenza sanitaria. Lo si apprende dall’ultimo conteggio della France Presse basato su dati ufficiali. Complessivamente i decessi sono almeno 1 milione 77.849. Secondo la Johns Hopkins University, gli Usa restano il Paese più colpito al mondo dalla pandemia in termini assoluti con 215.022 vittime e quasi 7,8 milioni di casi di contagio. Nelle ultime 24 ore nel Paese si sono registrati quasi 34.000 nuovi casi e 254 decessi. “Un lockdown generale non sarebbe la cosa giusta ma non possiamo lasciare che la malattia faccia il proprio corso: ciò porterebbe a molte morti e il sistema sanitario sarebbe sopraffatto”. Così il Premier Boris Johnson comunicando al Parlamento britannico l’intenzione di introdurre un lockdown con “tre livelli” di gravità delle restrizioni a seconda delle diverse zone del Regno Unito che è il “malato d’Europa” visto che risultano più persone ricoverate negli ospedali britannici adesso che prima dell’adozione del lockdown a marzo come reso noto il Direttore del Servizio Sanitario Nazionale, Powis. La diffusione del Covid-19 sta accelerando soprattutto tra gli anziani, ha spiegato Powis, se le nuove restrizioni governative non avranno un impatto significativo, “il bilancio delle vittime sarà troppo grande da sopportare“. Di qui le nuove misure restrittive che vanno dal distanziamento e dal coprifuoco dalle 22 al divieto di contatti tra membri di famiglie diverse. Possibile anche la chiusura di pub e locali. Allerta molto alta a Liverpool dove sono state chiuse le palestre.

LEGGI ANCHE –> Il bellissimo gesto di Fedez: “Sei una persona speciale”