La missione porterà tre astronauti della NASA e un astronauta giapponese JAXA sulla Stazione Spaziale Internazionale

nasa spacex

La NASA ha ritardato il lancio della missione SpaceX Crew-1 fino a metà novembre, ha annunciato sabato. La missione porterà alla fine tre astronauti della NASA e un astronauta dell’agenzia spaziale giapponese JAXA alla Stazione Spaziale Internazionale.

Originariamente prevista per il 31 ottobre, la missione prevista di sei mesi è stata ritardata per dare il tempo di risolvere i problemi con i generatori di gas del primo stadio del motore del razzo Falcon 9, ha affermato la NASA in una dichiarazione. Quando sarà lanciato, gli astronauti americani Michael Hopkins, Victor Glover e Shannon Walker, oltre all’astronauta giapponese Soichi Noguchi, saranno a bordo della prima missione operativa con equipaggio di SpaceX sulla ISS.

Leggi anche -> ISS, in arrivo dalla Terra una “toilette spaziale avanzata” per gli astronauti

Crew-1 è tra le sei missioni pianificate che SpaceX intende inviare alla ISS nell’ambito di un contratto con la NASA, assegnato nel 2014 nell’ambito del programma Commercial Crew Program che ha portato aziende del settore privato nel programma spaziale statunitense.

nasa spacex

Il primo volo Crew Dragon di SpaceX, il DM-2, o Demo-2, è stata una missione di prova che ha portato gli astronauti della NASA Doug Hurley e Bob Behnken alla ISS a maggio per una visita di due mesi.

Leggi anche -> Scienza, premio Nobel dichiara: “Sono esistiti altri universi prima del Big Bang”
Crew Dragon ha attraccato con la ISS ed è tornato sano e salvo sulla Terra il 2 agosto, fornendo alla NASA i dati necessari per certificare i viaggi regolari da e per la ISS con gli astronauti a bordo in futuro.