Esplode un focolaio di Covid dopo un ricevimento nuziale a Bacoli, comune dell’hinterland partenopeo: già 13 i positivi al virus cinese accertati

Napoli, focolaio Covid dopo ricevimento nuziale con 200 ospiti

Focolaio di contagi al letale virus cinese a Monte di Procida, in provincia di Napoli, dopo un banchetto nuziale con 200 commensali, a inizio della settimana scorsa, in un locale ubicato nel limitrofo comune di Bacoli. 13 i casi positivi tra i partecipanti accertati nelle ultime 24 ore. Tutti gli invitati saranno sottoposti a screening. Intanto, in attesa del link epidemiologico collegato al matrimonio, il primo cittadino del comune flegreo, Peppe Pugliese, ha così deciso di correre ai ripari decretando una sorta di mini lockdown disponendo la chiusura, fino a domani, di scuole, palestre, centri per anziani, parchi pubblici e privati, sale giochi e scommesse e circoli per anziani. Vietate, inoltre, le attività sportive agonistiche e amatoriali e gli eventi pubblici.

LEGGI ANCHE –> Realtà aumentata sui cani dell’esercito | “Il futuro delle operazioni militari”

Napoli, focolaio Covid dopo matrimonio con 200 invitati. Iniziato ieri lo screening dei 200 commensali

Al fine di eseguire lo screening di tutti i 200 invitati al matrimonio incriminato, l’Asl Napoli 2 Nord, competente per il territorio flegreo, come riportato dal portale fanpage.it, ha deciso di allestire a Monte di Procida una postazione mobile per effettuare i tamponi per la giornata di ieri. “Per la giornata di oggi (ieri, ndr), a Monte di Procida, l’ASL ha allestito presso il Comune un punto di effettuazione tamponi straordinario per sottoporre a screening circa 200 persone, partecipanti ad un matrimonio che ha fatto registrare la presenza di alcuni casi positivi. Tale attività è stata programmata per verificare gli esiti dei tamponi effettuati in modo irregolare e avere certezza sui contagi“, si legge nella nota diramata dall’Azienda Sanitaria Locale di cui sopra.

LEGGI ANCHE –> Covid-19, il bilancio nazionale dell’11 ottobre