Assicurazione del Premier Giuseppe Conte: “Non chiuderemo bar e ristoranti, siamo in una situazione diversa da quella iniziale”. Riattivato alla Protezione Civile il Comitato Operativo

Conte: "Non vedo all'orizzonte un nuovo lockdown"
Il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte

Non chiuderemo bar ristoranti e locali introducendo di fatto un coprifuoco“. Lo ha assicurato il Premier Giuseppe Conte dopo un colloquio con il Governatore della Liguria Giovanni Toti. “Siamo in una situazione diversa dalla fase iniziale, quella più acuta. Il contagio continua ma siamo fiduciosi di tenerlo sotto controllo perché abbiamo un sistema sanitario rafforzato e abbiamo elaborato un sistema di monitoraggio molto sofisticato che ci consentirà di intervenire in modo mirato. Quindi non vedo all’orizzonte un nuovo lockdown. Lo dico non con uno spirito di incauto ottimismo”, ha specificato successivamente nel corso dell’intervista andata in onda ieri sera su Rai 1. Secondo indiscrezioni di stampa, il nuovo Dpcm con le misure anti-Covid durerà 30 giorni. Lo avrebbe “spoilerato” il Ministro della Salute Roberto Speranza nell’incontro con il Ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia e con gli enti locali. Il decreto ministeriale, ha ribadito il Ministro Speranza, arriverà dopo il confronto con le Camere e un nuovo passaggio con i rappresentanti di Regioni, Comuni e Province. Sullo stato d’emergenza il titolare della Salute ha ribadito l’orientamento del governo di prorogarlo al 31 gennaio, poi si procederà, come nella prima fase dell’epidemia, con l’aggiornamento periodico dei Dpcm.

LEGGI –> Coronavirus, il bilancio nazionale del 5 ottobre

Premier Conte: “Non chiuderemo bar e ristoranti”. Riattivato il Comitato operativo della Protezione Civile

Della stessa opinione del Premier Conte anche il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri:
Escludiamo nuovi lockdown ma per farlo dobbiamo contenere i contagi. Dobbiamo fare tutti gli sforzi per contenere il virus nella seconda ondata”. Commentando la stima di un Pil oltre -10%, ha aggiunto, “la Nota al Def, formalmente approvata ieri sera in Consiglio dei Ministri, disegna un Paese colpito ma che ha saputo reagire e rispondere bene, meglio del previsto”. Ha infine promesso fondi per il dissesto idrogeologico ed espresso piena fiducia nell’operatività del Recovery Fund a inizio del prossimo anno garantendo che l’Italia sarà pronta. Intanto è stato riattivato alla Protezione Civile il Comitato Operativo che ha affrontato i primi mesi dell’emergenza Covid. La riunione di apertura, ieri mattina, ha fatto il punto della situazione focalizzandosi sulla pressione sugli ospedali e sull’approvvigionamento dei materiali. Al momento non si segnalano particolari criticità. Alla riunione hanno partecipato il capo Protezione Civile Angelo Borrelli, il Commissario all’emergenza Domenico Arcuri, tecnici e assessori regionali. Il prossimo incontro è in calendario venerdì.

LEGGI ANCHE –> Test: solo una persona su cinque può trovare l’errore in questa immagine