Flette leggermente la curva epidemiologica del coronavirus: nelle ultime 24 ore 1869 nuovi positivi contro i 1912 della precedente rilevazione

Covid-19 bilancio 26 settembre

In lieve calo la curva epidemica nel nostro Paese: 1.869 casi nelle ultime 24 ore contro i 1912 di ieri ma con meno tamponi processati: 104.387, circa 3mila in meno rispetto a  ieri. Il totale delle persone colpite da Covid sale così a 308.104. In diminuzione anche i decessi, 17, contro i 20 della precedente rilevazione, per il relativo totale che sale a 35.818. La Campania detronizza, con 274 casi accertati di positività al Covid, la Lombardia nella graduatoria della regioni che fanno registrare il maggior numero di nuovi contagiati. Sono 48.593 gli attualmente positivi, 875 in più rispetto alla precedente rilevazione. Secondo il bollettino del Ministero della Salute, sono in leggero aumento anche i numeri dei ricoverati nei reparti ordinari (9 in più nelle ultime 24 ore per un totale di 2.737) e nelle terapie intensive dove ci sono 247 pazienti, 3 più di ieri. Le persone in isolamento domiciliare sono 45.600, con un incremento di 863. Il totale dei dimessi e dei guariti dall’inizio dell’emergenza sale invece a 223.693, con un incremento rispetto all’altro ieri di 977 unità.

LEGGI ANCHE –> Aereo si schianta vicino ad un’autostrada, almeno 22 morti

Coronavirus, il bilancio nazionale del 26 settembre: 1869 nuovi positivi. New York, 1000 nuovi casi in un giorno

Oltre 1.000 persone che vivono nello Stato di New York sono risultate positive al Covid-19 in un solo giorno segnando il record giornaliero da giugno: in media da aprile 600 casi ogni 24 ore. Il numero dei positivi è in risalita da settimane: un trend probabilmente legato alla riapertura di numerose attività commerciali e all’inizio dell’anno scolastico. Il governatore Cuomo ha detto che sono stati effettuati 99.953 test per individuare la presenza del virus negli individui. Nella città di New York, casi in aumento in alcuni quartieri di Brooklyn e del Queens. Nel frattempo, così come in Inghilterra, migliaia di persone in tutto Israele sono scese in strada per protestare contro il Premier Netanyahu e il nuovo lockdown imposto dal suo governo. Il Premier non è riuscito a fare approvare in tempo dalla Knesset, il Parlamento israeliano, la norma che estende le misure di lockdown anche alle manifestazioni di protesta, che hanno ormai cadenza settimanale, considerate un veicolo di trasmissione del contagio.

LEGGI ANCHE –> Scienza: “Gli alieni potrebbero trovarsi sotto la superficie di Marte”