Gli alieni potrebbero vivere in laghi sotterranei su Marte e sulla Luna e gli esseri umani dovrebbero iniziare a trivellare per trovarli, hanno detto i migliori scienziati del mondo.

vita su marte

La teoria è ben lontana dalla pratica, nonostante le audaci richieste di un team leader del Center for Astrophysics di Harvard e del Florida Institute of Technology (FIT).i.

Gli scienziati credono che gli esseri umani porteranno a termine la pionieristica spedizione di trivellazione entro i prossimi 10 anni.

Leggi anche -> Scienza: scoperto “un pianeta impossibile” che ha “possibilità di vita”

Il Prof. Avi Loeb, del Centro di Astrofisica di Harvard, ha dichiarato: “Si possono immaginare robot e macchinari pesanti che perforeranno in profondità sotto la superficie lunare alla ricerca della vita, proprio come noi cerchiamo il petrolio sulla Terra”.

Manasvi Lingam, assistente professore di astrobiologia al FIT, ha aggiunto: “Sappiamo che queste ricerche saranno tecnicamente impegnative, ma non impossibili”.

Il Prof Lingam dice che sebbene il Pianeta Rosso potrebbe non avere grandi corpi d’acqua in superficie – i laghi sotterranei potrebbero esistere sottoterra dove potrebbero abitare forme di vita.

Gli esseri umani potrebbero scoprire una volta per tutte se la vita esiste sotto uno spesso strato di roccia trivellando vicino all’equatore di Marte o della Luna per cercare le temperature più elevate che circondano i punti caldi geologici, ha dichiarato.

Ha aggiunto: “Sia la Luna che Marte non hanno un’atmosfera che permetta all’acqua liquida di esistere sulle loro superfici, ma le regioni più calde e pressurizzate sotto la superficie potrebbero permettere la chimica della vita nell’acqua liquida.

Dobbiamo essere in grado di perforare decine di chilometri sotto la superficie di Marte, e senza che l’attività geologica esponga questi strati profondi, non saremo in grado di esplorarli”.

Leggi anche -> NASA: “La scoperta di vita aliena su altri pianeti è sempre più vicina”

“Abbiamo esaminato se sotto la superficie di oggetti rocciosi come la Luna o Marte, a un certo punto della loro storia, potrebbero essere esistite condizioni favorevoli alla vita in profondità e come gli scienziati potrebbero andare alla ricerca di tracce di vita passata sotto la superficie di questi oggetti”.

vita su marte

Il professor Lingam, che è stato l’autore principale dell’articolo pubblicato su The Astrophysical Journal Letters, ha aggiunto: “L’acqua superficiale richiede un’atmosfera per mantenere una pressione finita, senza la quale l’acqua liquida non può esistere.

“Tuttavia, quando ci si sposta in regioni più profonde, gli strati superiori esercitano una pressione e quindi permettono l’esistenza di acqua liquida in linea di principio”.