Clamoroso sviluppo dell’inchiesta sull’esame truffa dell’ex blaugrana Luis Suarez: in un’intercettazione spunta il nome di Paratici, Direttore sportivo della Juventus

"Esame farsa" di Suarez, spunta in un'intercettazione il nome di Fabio Paratici
Luis Suarez

Dopo essere stato corteggiato dalla Juventus, Luis Suarez ha posto la propria firma a un contratto che lo legherà all’Atletico Madrid per i prossimi due anni a 9 milioni di euro netti a stagione. Eppure, sebbene sia stato messo nelle condizioni di lasciare dopo 6 anni il Barcellona in quanto non rientrava nel progetto del neotecnico catalano Ronald Koeman, non se n’è andato sbattendo la porta, anzi: “Giocare a Barcellona era un sogno che ho realizzato. Il giorno in cui sono arrivato non me lo sarei mai immaginato. Sono orgoglioso di ciò che ho fatto e soddisfatto per questi sei anni spettacolari. Sarò sempre grato a questo club. Ora darò tutto per l’Atletico Madrid”. Con questo messaggio al miele il “Pistolero” uruguaiano ha salutato il club catalano. Se la sua vicenda professionale è, quindi, ormai chiusa con il trasferimento all’Atletico Madrid, non può dirsi la stessa cosa per quella giudiziaria legata al suo esame “farsa” propedeutico all’acquisizione della cittadinanza italiana che al contrario promette ogni giorno sviluppi clamorosi. Finora il club bianconero non è stato neanche lambito dall’inchiesta, ma ora spunta il nome del Direttore sportivo juventino Fabio Paratici.

LEGGI ANCHE –> Non sopporta il lockdown, adolescente si suicida

Esame “truffa” di Suarez, spunta il nome di Fabio Paratici. “E’ più importante di Mattarella”

Fabio Paratici verrebbe chiamato in causa in un’intercettazione di una delle docenti indagate in cui, riferendosi proprio al dirigente bianconero, avrebbe chiosato: “E’ più importante di Mattarella“. Tuttavia, è bene precisare che al momento non sussistono i presupposti sufficienti per ipotizzare un coinvolgimento del club bianconero nell’affaire “esame truffa” di Suarez; ecco perché gli inquirenti, dopo aver iscritto nel registro degli indagati la Rettrice dell’Università per Stranieri di Perugia, Giuliana Grego Bolli, e il Direttore Generale, Simone Olivieri, cercano ora di fare luce su eventuali pressioni esercitate da tesserati del club bianconero per predeterminare l’esito dell’esame sostenuto da Suarez per la certificazione del livello B1 della lingua italiana. Sarebbe proprio Olivieri ad aver fatto da interfaccia tra l’ateneo e la Juventus, con quest’ultima che avrebbe fatto delle esplicite richieste al punto tale che anche la Procura Federale della FIGC ha aperto un’inchiesta per eventuali illeciti sportivi. Inoltre è stata intercettato un inciso della docente Stefania Spina che dà adito a più di un dubbio: Con lui vinciamo la Champions League”. Secondo gli atti, era la Prof.ssa Spina l’incaricata della preparazione del calciatore ex Barcellona, a cui avrebbe impartito alcune lezioni on line. Infine, in colloquio confidenziale con un collega, la stessa Spina, intercettata, avrebbe confessato: “Abbiamo concordato l’esame, gli ho fatto la simulazione dell’esame e abbiamo praticamente concordato quello che gli farà l’esame… mi ha detto fagli scegliere ‘ste due immagini”.

LEGGI ANCHE –> Temptation Island, una nuova coppia pronta a partecipare al reality