Di nuovo sul circuito di Misano i centauri della MotoGp per la prima edizione del Gran Premio dell’Emilia-Romagna: dove vederlo

Dove vedere il Gran Premio dell'Emilia-Romagna

A distanza di una settimana i centauri della MotoGp torneranno a correre sul circuito di Misano Adriatico per la prima edizione del Gran Premio dell’Emilia Romagna. “Sono contento che abbiamo un’altra gara a Misano. Domenica scorsa ero vicino al podio, la gara è stata solo un giro di troppo. Abbiamo molti giri durante i test e abbiamo trovato qualcosa di positivo che forse può aiutarci in questo fine settimana a essere più forti. Voglio lottare ancora per il podio ma il livello è molto alto, faremo del nostro meglio”, così un volitivo Valentino Rossi che insegue il podio per quello che sarebbe il 200esimo della sua leggendaria carriera. Sulla stessa lunghezza d’onda il compagno di box Maverick Vinales: “Ho una sensazione positiva. Spingerò subito al massimo nelle qualificazioni così potrò partire davanti per avere maggiori possibilità di fare una buona gara”. E, in effetti, le prove libere hanno confermato le dichiarazioni del pilota della Yamaha ufficiale: il sudafricano Brad Binder, in sella alla Ktm, è il migliore a Misano al termine della giornata di prove libere del Gran Premio di Emilia Romagna con 1’31″628, davanti, per soli due millesimi, al giapponese Nakagami. Terzo e quarto i due piloti Yamaha Fabio Quartararo (1’31″644) e, appunto, Maverick Vinales (1’31″669). Rossi 12° (15° di giornata), Dovizioso addirittura 18° (12° nei tempi combinati). Nella sessione del mattino il più veloce è stato il francese Quartararo con 1’31″721 seguito dall’altra Yamaha di Morbidelli e dallo spagnolo Mir. Dovizioso non è andato oltre il 7° tempo, Rossi attardato, soltanto 17°. Intanto buone notizie per tutti gli amanti delle due ruote: il campione iridato in carica Marc Marquez, fermo ai box per i postumi della doppia operazione chirurgica cui si è sottoposto per ridurre la frattura all’omero del braccio destro rimediata durante la prova inaugurale del Motomondiale 2020, come mostrato in un video postato sui propri canali social, è ritornato ad allenarsi, quindi il ritorno alle competizioni non è lontano.

LEGGI ANCHE –> Tour de France 2020, oggi la cronoscalata decisiva: dove vederla

MotoGp, Gran Premio dell’Emilia-Romagna: dove vederlo, in tv e in streaming. Tutti gli orari e gli appuntamenti del secondo week end romagnolo

Il Gran Premio dell’Emilia-Romagna, settima prova del Motomondiale 2020, sarà trasmesso in esclusiva da Sky sui canali Sky MotoGp HD, canale 207 del decoder satellitare, e su Sky Sport 1. Gli abbonati al canale satellitare potranno seguire il Gran Premio anche in diretta streaming mediante Sky Go  sia su dispositivi mobili come tablet e smartphone, scaricando l’apposita app, sia sul proprio pc o notebook collegandosi al sito ufficiale della piattaforma. In alternativa, è possibile seguire il Gran Premio su Now Tv, il servizio di streaming live e on demand di Sky che consente di vedere il meglio della programmazione sportiva della tv satellitare acquistando uno dei pacchetti proposti. Inoltre le qualifiche e la gara saranno visibili, in diretta, anche in chiaro su TV8. Ecco di seguito gli orari di tutti gli appuntamenti della prima edizione del Gran Premio dell’Emilia-Romagna:

Sabato 19 settembre

Ore 8.55: prove libere 3 Moto3

Ore 9.50: prove libere 3 MotoGP

Ore 10.50: prove libere 3 Moto2

Ore 11.50: Paddock Live

Ore 12.15: Paddock Live

Ore 12.30: qualifiche Moto3

Ore 13.30: prove libere 4 MotoGP

Ore 14.10: qualifiche MotoGP

Ore 15.10: qualifiche Moto2

Ore 16.05: Paddock Live

Ore 17.30: conferenza stampa piloti

Ore 18.00: Paddock Live Show

Ore 18.15: Talent Time

 Domenica 20 settembre

Ore 8.15: warm up Moto3, Moto2, MotoGP

Ore 10: Moto E-Race

Ore 10.30: Paddock Live

Ore 11.00: gara Moto3

Ore 12.00: Paddock Live

Ore 12.20: gara Moto2

Ore 13.15: Paddock Live Gara

Ore 13.30: Grid

Ore 14.00: gara MotoGP

Ore 15.00: Zona Rossa

Ore 15.30: Paddock Live

Ore 18.00: Race Anatomy

LEGGI ANCHE –> Amadeus confessa: “Per noi straziante osservare questa trasformazione”