Batteri sono fuoriusciti da un laboratorio in Cina causando più di 3.000 contagi nelle vicinanze dell’impianto in cui è accaduto l’incidente

Cina batteri fuoriusciti laboratorio contagi
(foto dal web)

Sono stati registrati vari migliaia di casi di brucellosi nel nord-ovest della Cina, a seguito di una fuoriuscita di batteri da parte di una impresa biofarmaceutica lo scorso anno. La Commissione Sanitaria di Lanzhou, capoluogo della provincia di Gansu, ha reso noto che 3.245 persone sono state contagiate dalla patologia, in diversi casi dovuta al contatto con gli animali portatori del batterio.

Ulteriori 1.401 soggetti sono state infettate, tuttavia non sono stati registrati morti, ha riferito la Commissione sanitaria del luogo. In tutto, le autorità hanno effettuato 21.847 test su 2,9 milioni di persone che vivono nel posto. La patologia, chiamata anche febbre di Malta o febbre mediterranea, può determinare della sintomatologia, come mal di testa, dolori muscolari, febbre e affaticamento.

LEGGI ANCHE —> Scienza: scoperto “un pianeta impossibile” che ha “possibilità di vita”

LEGGI ANCHE —> Covid, OMS: “Svegliatevi, in Europa il trend è allarmante”

Cina, batteri contagiano migliaia di persone | Sintomi della brucellosi

Cina batteri fuoriusciti laboratorio contagi
(foto dal web)

Anche se questi sintomi possono essere ridotti, alcuni di essi possono divenire cronici o non scomparire più. Tra questi annoveriamo l’artrite o il gonfiore in determinati organi, stando ai Centers for Disease Control and Prevention (CDC) degli USA. Trasmettere la malattia da uomo a uomo è di estrema rarità, a detta del CDC. La gran parte dei pazienti viene contagiata ingerendo alimenti contaminati o attraverso la respirazione dei batteri, come pare essere accaduto attorno allo stabilimento biofarmaceutico di Lanzhou.

Secondo quel che è trapelato, durante il periodo tra la fine di luglio e la fine di agosto del 2019, nel laboratorio Zhongmu Lanzhou sono stati usati dei disinfettanti scaduti nel corso della fabbricazione di vaccini contro la brucellosi, permettendo ai batteri di fare ingresso nei gas di scarico e contagiare i soggetti intorno all’impianto.