Commozione e dolore ai funerali di Willy, il 21enne pestato a morte a Colleferro. Il Vescovo Parmeggiani: “Si è sacrificato come un giovane Cristo”

Funerali Willy

Decine di palloncini bianchi sono stati fatti volare per salutare Willy, il 21enne pestato a morte per aver tentato di aiutare un amico coinvolto in una rissa, alla fine della cerimonia funebre che si è svolta al campo sportivo di Paliano, cittadina in cui viveva il 21enne. Poi il lungo applauso dei circa 1.300 presenti, tutti con indosso una maglietta bianca. Dopo le esequie, il Premier Giuseppe Conte ha abbracciato la madre, il padre e la sorella di Willy, Lucia, Armando e Milena. “L’Italia è con voi, vi vuole bene“, ha detto il Premier ai familiari di Willy, poi, ai giornalisti presenti alle esequie, “ci aspettiamo condanne severe e certe e una rigorosa esecuzione della pena”. “Willy si è sacrificato sulla croce come un giovane Cristo per amore dell’amicizia che deve essere d’esempio a chi vede la vita come culto della forza e della violenza. Questo giovane ci lascia un grande insegnamento che non vorrei, trascorsi questi giorni di coinvolgimento emotivo, di giusta compassione per Willy e la sua famiglia e di sdegno verso coloro che hanno compiuto un gesto immane, cadesse nell’oblio”, il passaggio più commovente dell’omelia di Monsignor Parmeggiani, Vescovo di Tivoli e Palestrina, che ha officiato le esequie.

LEGGI ANCHE –> Test dì personalità, scegli una di queste 6 mele e scopri chi sei veramente

Willy, Vescovo: “Si è sacrificato come un giovane Cristo”. Zingaretti: “Uno degli istituti albeghieri intitolato a Willy”

“Ora bisogna solo far sentire alla famiglia la vicinanza di tutti e pretendere presto giustizia. La Regione pagherà e sosterrà la famiglia per le spese legali e uno degli istituti alberghieri della nostra regione sarà dedicato al nome di Willy“. Lo ha detto il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti a margine del funerale di Willy Monteiro Duarte, il giovane ucciso a Colleferro e che frequentava un corso per aspiranti cuochi: l‘amico in difesa del quale era intervenuto, finendo per questo pestato a morte, era un suo compagno di corso.

LEGGI ANCHE –> Eczema, ecco come migliorare la propria condizione in modo naturale