L’amministratore delegato di Netflix Reed Hastings dice di non aspettarsi che i dipendenti della sua azienda tornino in ufficio fino a quando la “maggioranza” non sarà vaccinata

netflix vaccino covid

Netflix è una delle molte aziende della Silicon Valley che attualmente cerca di bilanciare il desiderio di mantenere i propri dipendenti al sicuro, mantenendo il tipo di interazione personale che può definire la cultura di un’azienda. In un’intervista con il Wall Street Journal, Hastings ha chiarito che pensava che lavorare da casa fosse dannoso per la sua attività, e che avrebbe spinto per un ritorno in ufficio il prima possibile. Ecco cosa ha detto al WSJ:

WSJ: Ha visto dei benefici dalle persone che lavorano a casa?

Signor Hastings: No, non vedo alcun vantaggio. Non potersi incontrare di persona, soprattutto a livello internazionale, è solo che negativo. Sono rimasto molto impressionato dai sacrifici delle persone.

WSJ: E’ stato anticipato che molte aziende passeranno a un approccio di tipo “lavoro da casa” per molti dipendenti anche dopo la crisi della Covid-19. Cosa ne pensa?

Signor Hastings: Se dovessi indovinare, la settimana lavorativa di cinque giorni diventerà di quattro giorni in ufficio, mentre un giorno sarà virtuale da casa. Scommetterei che è lì che voglio andare a parare molte aziende.

Leggi anche -> Oxford, stop al vaccino Covid-19 per “grave reazione avversa” riscontrata

WSJ: Ha in mente una data per quando la sua forza lavoro tornerà in ufficio?

Signor Hastings: Dodici ore dopo l’approvazione di un vaccino.

WSJ: Mi piace l’idea.

Signor Hastings: Probabilmente sei mesi dopo un vaccino. Una volta che riusciamo a far vaccinare la maggior parte delle persone, allora probabilmente saremo di nuovo in ufficio.

netflix vaccino covid

Anche se Hastings sembra più anti-lavoro a distanza rispetto ad altri dirigenti della Silicon Valley, il periodo di tempo che suggerisce per il ritorno in ufficio non differisce molto dalle altre aziende.

Facebook ha detto che permetterà ai dipendenti di lavorare a distanza fino a luglio 2021 e ha cancellato gli eventi fisici fino a giugno di quell’anno.

Leggi anche -> Covid, le aziende farmaceutiche firmano l’impegno per la sicurezza dei vaccini

Amazon e Microsoft hanno entrambi detto di non pianificare un ritorno in ufficio almeno fino a gennaio del prossimo anno, mentre Google ha detto di voler mantenere i dipendenti al lavoro da casa almeno fino a luglio 2021.