Nove aziende rivali hanno promesso che qualsiasi vaccino contro il coronavirus da loro prodotto sarà sviluppato e testato con “elevati standard etici e solidi principi scientifici”.

sicurezza vaccini covid

La dichiarazione sembra essere uno sforzo da parte dell’industria farmaceutica per sedare le preoccupazioni del pubblico sul fatto che il processo di approvazione del vaccino possa essere influenzato dalla politica o da altri interessi invece che dalla sicurezza.

La dichiarazione, firmata dall’amministratore delegato di ogni azienda afferma: “Crediamo che questo impegno contribuirà a garantire la fiducia del pubblico nel rigoroso processo scientifico e normativo con cui i vaccini COVID-19 vengono valutati e possano essere infine approvati”.

Leggi anche -> Oxford, stop al vaccino Covid-19 per “grave reazione avversa” riscontrata

I piani delle aziende sono stati riportati per la prima volta dal Wall Street Journal venerdì. Tra le altre cose, la dichiarazione promette che le aziende “faranno sempre della sicurezza e del benessere degli individui vaccinati la nostra priorità assoluta”.

La dichiarazione arriva una settimana dopo la pubblicazione dei piani preliminari del Centers for Disease Control and Prevention per la distribuzione del vaccino. Questi documenti hanno chiesto ai governi locali e statali di iniziare a redigere i loro piani iniziali per la distribuzione del vaccino, e hanno menzionato che “dosi limitate di vaccino COVID -19 potrebbero essere disponibili entro i primi di novembre 2020” o entro la fine di ottobre 2020.

Leggi anche -> Non indossano le mascherine, costretti a rimanere sdraiati nelle bare

Gli esperti hanno poi affermato di considerare quella linea temporale estremamente improbabile e hanno sottolineato l’importanza di preparare in anticipo un sistema di distribuzione complesso. Ma la tempistica, subito prima delle elezioni presidenziali statunitensi, ha esacerbato i timori esistenti che la corsa alla ricerca di un vaccino si stesse politicizzando.

sicurezza vaccini covid

Anche prima della pubblicazione dei documenti del CDC, il 78% degli americani temeva che il processo di approvazione del vaccino per il coronavirus fosse guidato più dalla politica che dalla scienza, secondo un sondaggio di STAT News.