Un cliente di una prostituta, a Busto Arsizio, in provincia di Varese, ha ottenuto uno sconto sul prezzo della prestazione sessuale perché non aveva raggiunto l’orgasmo

Non raggiunge l'orgasmo, ottiene lo sconto dalla prostituta

“Soddisfatti o rimborsati” è la formula che accompagna il claim pubblicitario di qualsiasi prodotto commerciale al punto tale che il diritto di recesso viene ormai garantito anche a particolari prestazioni professionali. A Busto Arsizio, in provincia di Varese, dove gli agenti di polizia del locale Commissariato sono dovuti intervenire per sedare una lite tra un cliente e una prostituta. Il motivo del contendere? Dopo essersi accordati per un rapporto sessuale mercenario per un corrispettivo di 40 euro, i due hanno deciso di consumare la prestazione sessuale in una lavanderia automatica a gettone aperta 24 ore su 24. Ma qualcosa è andato storto tanto da spingere la professionista del sesso a dichiarare conclusa la propria prestazione anche se il cliente, un giovane marocchino, non aveva raggiunto l’orgasmo. Ne è nata, come anticipato sopra, una lite dai toni così accesi da indurre alcuni residenti ad allertare le forze dell’ordine dal momento che il cliente reclamava il proprio diritto di riprendere la copulazione fino al raggiungimento della propria “piena soddisfazione” mentre la “lucciola” voleva volare via.

LEGGI ANCHE –> Elodie a Venezia: con un nuovo look incanta tutti!

Varese, non raggiunge l’orgasmo: ottiene lo sconto dalla squillo.

A quel punto gli agenti delle volanti con molto tatto hanno convinto la prostituta a praticare uno sconto all’uomo insoddisfatto che così ha pagato soltanto 30 euro. La storia, rivelata dal quotidiano “La Prealpina” di Varese, non sarebbe mai venuta a galla se non fosse stato che sulla testa del cliente pendeva un provvedimento di espulsione risalente a tempo prima e che il giovane marocchino non aveva adempiuto. Ragion per cui la vicenda è approdata in un’aula di tribunale rendendo così di pubblico dominio tale imbarazzante episodio che sembra partorito dalla boccaccesca fantasia di uno sceneggiatore del fortunato filone della commedia sexy all’italiana degli anni ’70.

LEGGI ANCHE –> Diletta Leotta al lavoro con una minigonna striminzita “applauso dei colleghi”