La Presidente di “Fratelli d’Italia”, Giorgia Meloni, ha annunciato la presentazione di una mozione per chiedere la pubblicazione di tutti gli atti del Comitato Tecnico-scientifico

Meloni: "Mozione per chiedere la pubblicazione di tutti gli atti del Cts"
La Presidente di “Fratelli d’Italia” Giorgia Meloni

E’ di appena due giorni fa lo scoop del quotidiano “La Repubblica” che ha pubblicato il report segreto, consegnato dal Comitato Tecnico-scientifico al governo il 12 febbraio, in cui si prevedevano dai 35 mila ai 60 mila morti a causa dell’epidemia di Covid-19, con il lockdown che, però, è stato decretato dal governo solo 20 giorni dopo. Un ritardo che potrebbe aver appesantito il bilancio delle vittime: “Le responsabilità penali di queste inadempienze, che hanno con ogni probabilità contribuito ad aggravare la crisi coronavirus, competono alla magistratura ma di certo le responsabilità politiche sono chiare e lampanti e non possono restare senza conseguenze“, così Giorgia Meloni a caldo. E ora la leader di “Fratelli d’Italia” torna alla carica annunciando la presentazione di una mozione al fine di indurre il governo a pubblicare tutti gli atti del Comitato Tecnico-scientifico: “Fratelli d’Italia ha presentato una mozione, che proporremo anche al centrodestra unito, per richiedere la pubblicazione del 100% degli atti del Comitato tecnico scientifico. L’opacità con la quale il governo ha gestito questa vicenda, per poter aggiustare il tiro per un utilizzo politico del Covid, è intollerabile. Gli italiani hanno diritto di conoscere tutte le informazioni delle quali era a conoscenza il Governo per poter giudicare come questo si sia mosso”.

LEGGI ANCHE –> Covid-19, il bilancio nazionale del 1° settembre

Giorgia Meloni: “Pubblicare tutti gli atti del Comitato Tecnico-scientifico”. Il governo pone la fiducia sul Decreto Legge “Covid”

Bagarre in Aula alla Camera quando il Ministro per i Rapporti con il Parlamento Federico D’Incà ha formalizzato la decisione dell’esecutivo di porre la questione di fiducia sul decreto legge che reca misure urgenti in tema di contrasto all’epidemia di Coronavirus. Il coro “vergogna, vergogna” si è levato dai banchi dell’opposizione. Perplessità anche in seno ai 5 Stelle: la fiducia vanifica un emendamento firmato da circa 50 pentastellati per sopprimere la proroga del mandato dei vertici dei servizi di intelligence. Oggi è in calendario il voto.

LEGGI ANCHE –> Vittorio Sgarbi e Alessandro Gassman, botta e risposta | Parole grosse