Mentre si preannuncia un braccio di ferro con il Barcellona, trattativa in fase avanzata con il Manchester City: offerto a Messi un triennale da 100 milioni annui 

Messi Manchester City 100 milioni
Lionel Messi

Quello che sembrava impossibile solo qualche mese fa, ora, complici una stagione fallimentare culminata nell’umiliante 8-2 subito per mano dei neocampioni d’Europa del Bayern Monaco e i dissapori con la dirigenza blaugrana, è una triste realtà per tutti i tifosi del Barcellona: Lionel Messi è uscito allo scoperto inviando un burofax, sorta di fax, molto utilizzato in Spagna, che certifica in modo legalmente affidabile chi sia il mittente, chi sia il destinatario, l’invio avvenuto e il messaggio che si vuole veicolare, per comunicare al management blaugrana la propria volontà di avvalersi della clausola di uscita gratuita. Tuttavia, si preannuncia una battaglia legale, con gli avvocati del Barcellona che ritengono scaduti i termini per avvalersene mentre quelli della “Pulce” argentina ribattono sostenendo che invece vadano considerati prorogati a seguito dello stop determinato dalla pandemia di Covid-19. Comunque, il mondo blaugrana, tifosi e giocatori, è compatto dietro al proprio fuoriclasse e quindi contro il Presidente Bartomeu: l’unica possibilità per far recedere Messi dal suo proposito di dire addio ai colori blaugrana è, infatti, legata alle dimissioni di Bartomeu, il quale per il momento non sembra intenzionato a fare un passo indietro, come invoca tutto il popolo blaugrana, anzi, ha chiesto un faccia a faccia proprio con Leo mentre il suo principale avversario per la presidenza, Farré, ha presentato una mozione contro di lui. Intanto media spagnoli e argentini scatenati: trattativa in fase avanzata con il Manchester City di Guardiola, offerto alla “Pulce” un triennale alle stesse cifre del contratto in essere, e in scadenza a giugno 2021, con il Barcellona, cioè 100 milioni di euro lordi all’anno.

LEGGI ANCHE –> Giallo di Caronia: Gioele ferito mortalmente?

Messi, addio al Barcellona: si fa avanti il Manchester City. Ds Barcellona: “Non contempliamo nessuna uscita di Messi”

A replicare alle indiscrezioni di stampa, tentando di rassicurare i tifosi del Barcellona, già in fibrillazione dopo l’ufficializzazione della richiesta di Messi di lasciare il club, è stato il Direttore sportivo blaugrana Ramon Planes: “Noi pensiamo a Messi nel futuro nel Barcellona. Vogliamo costruire un nuovo ciclo vincente al fianco del migliore al mondo. Ripeto, l’idea è costruire una squadra intorno a Leo Messi, lavoriamo per questo. Non contempliamo nessuna uscita di Messi, lo rispettiamo, è il migliore al mondo. Il futuro che abbiamo davanti è positivo e sono ottimista“. Nondimeno, il presente è molto complicato e non solo per l’affaire Messi. Anche se con toni meno perentori, anche l’ex tecnico blaugrana Quique Setien, la prima testa a rotolare dopo la debacle contro il Bayern Monaco, tramite i propri avvocati, ha inviato un burofax ai propri ex datori di lavoro per chiedere di notificare formalmente il proprio esonero in modo che, con la liberatoria in mano, possa essere autorizzato a trovarsi un altro club. La società catalana gli ha risposto di considerare sufficiente il burofax e che tuttavia cercherà di risolvere tale questione “in modo tempestivo e appropriato“.

LEGGI ANCHE –> Covid, la Regione Toscana cerca medici per le scuole