Auto incendiate, vetrine sfasciate e 148 arresti: è il bilancio della notte di scontri a Parigi dopo la sconfitta del Paris Saint Germain nella finale di Champions League

148 arresti, a Parigi, dopo gli scontri nel post-finale di Champions League
148 arresti, a Parigi, dopo gli scontri nel post-finale di Champions League

Gary Lineker, ex bomber della Nazionale inglese e ora apprezzato commentatore sportivo per i media, ama ripetere che il calcio “è uno sport in cui si gioca in 11 contro 11 e alla fine vincono i tedeschi“. Se mai ce ne fosse stato bisogno, la finale di Champions League 2019-20 che ha visto confrontarsi i tedeschi del Bayern Monaco e i transalpini del Paris Saint Germain ne ha fornito un’ulteriore conferma: nonostante una buona prova dei parigini, che possono recriminare per le ghiotte occasioni sciupate dal gioiellino Mbappè, non preciso sotto rete come in altre occasioni, a trionfare sono stati proprio i bavaresi grazie ad un’incornata di Kinsley Coman, ex e soprattutto tifoso del Paris Saint Germain, ben imbeccato dal talentuoso centrocampista Joshua Kimmich, che hanno così messo in bacheca la sesta “Coppa dalle Grandi Orecchie” della loro gloriosa storia. Enorme la delusione dei parigini, con inconsolabile Neymar (come da titolo dell’Equipe, il principale quotidiano sportivo francese), l’altra stella del Paris Saint Germain, in lacrime. Alle commoventi lacrime versate da “O’ Ney” ha fatto da contraltare la furia dei tifosi parigini che hanno sfogato la loro delusione mettendo a ferro e fuoco l’area attorno al “Parco dei Principi”, la “casa” del Paris Saint Germain, e agli Champs Elisèes.

LEGGI ANCHE –> Gaffe “geografica” di Giulia De Lellis: “aria oceanica” in Sardegna

Parigi, 148 arresti dopo gli scontri nel post-finale di Champions League. Festeggiamenti a Marsiglia

Pesante il bilancio della notte di follia nella capitale francese dopo la sconfitta del Paris Saint Germain nella finale di Champions League: auto incendiate, vetrine infrante, negozi vandalizzati e 148 arresti, la maggior parte dei quali per danni, aggressione e lancio di oggetti. Inoltre 404 persone sono state multate per non aver indossato la mascherina in aree in cui era obbligatorio farlo. I disordini sono cominciati mentre il match era ancora in corso quando i tifosi parigini, circa 5000, radunatisi nell’area limitrofa al “Parco dei Principi”, hanno cominciato a bersagliare con bottiglie d’acqua e fumogeni gli agenti di polizia che, a loro volta, hanno risposto lanciando lacrimogeni. Secondo il Ministero dell’Interno, 16 agenti sono rimasti feriti nel corso degli scontri con gli ultras del Psg. Nel contempo a Marsiglia, storica rivale dei parigini, i tifosi dell’OM si sono riversati in piazza per festeggiare la sconfitta dei loro acerrimi rivali intonando cori di scherno nei loro confronti e sventolando bandiere della loro squadra del cuore.

LEGGI ANCHE –> Salerno, inventa abusi sessuali: agli arresti domiciliari un’insegnante

LEGGI ANCHE –> Elisabetta Gregoraci, la foto bollente che cattura tutti: “Si vede tutto”-FOTO