Reciprocità tra le Regioni Lazio e Sardegna sul fronte dei tamponi mentre il Governatore campano De Luca tuona: “Tamponi di massa in Sardegna prima degli imbarchi”

Tamponi, reciprocità Lazio-Sardegna

Per mesi la Sardegna è stata, a tutti gli effetti, un’isola “felice”: bellezze paesaggistiche, prelibatezze culinarie e immunità dal Covid-19. Ora, in piena estate, complici i flussi turistici che da sempre la prediligono come meta vacanziera, la Sardegna è il principale luogo di esportazione in tutto il territorio italiano del famigerato virus cinese. Motivo per il quale allo studio c’è una sorta di reciprocità tra Lazio e Sardegna nell’esecuzione dei tamponi, con test in Sardegna per chi lascia l’isola e test nel Lazio per chi parte per la Sardegna. E’ questa, infatti, la soluzione alla quale starebbero lavorando i tecnici delle due regioni con la mediazione del Ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia. L’intesa prevede che la Regione Lazio si faccia carico dei tamponi e test per garantire la sicurezza di chi arriva così come già avviene a Ciampino e Fiumicino.

LEGGI ANCHE –> Covid-19, Trump annuncia cura al plasma

Covid-19, Lazio-Sardegna: reciprocità nell’effettuazione dei tamponi. De Luca: “Tamponi di massa in Sardegna prima degli imbarchi

“Il dato conseguente ai controlli di oggi (ieri, ndr) conferma l’importanza e l’efficacia della decisione presa dalla Campania, prima regione in Italia, di fare controlli obbligatori a chi rientra da fuori regione. A questo numero rilevante corrispondono, tuttavia, pochissimi ricoveri ospedalieri. La ragione di questo apparente paradosso – come spiegano i dirigenti del Cotugno – sta nel fatto che i positivi individuati sono in larghissima maggioranza ragazzi o giovani asintomatici. Sui 138 di oggi (ieri, ndr) 133 sono risultati senza sintomi. Dobbiamo dunque continuare con assoluto rigore in questo lavoro di ricerca e isolamento dei positivi finché non si esaurirà l’onda dei rientri anche se questo comporta un enorme lavoro aggiuntivo – con rientri anticipati del personale – a carico del nostro sistema sanitario”. Lo ha affermato, in una nota, il Presidente della giunta regionale della Campania Vincenzo De Luca.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, Italia: è ancora boom di contagi