Si ricompatta il centrodestra, con i leader Meloni, Salvini e Berlusconi che hanno firmato il “patto anti-inciucio” contro Conte e la sinistra. Intanto, gli ultimi sondaggi danno ancora in vantaggio la coalizione di centrodestra

"Patto anti-inciucio" del centrodestra
Giorgia Meloni, Silvio Berlusconi e Matteo Salvini

Tra poco meno di un mese torneremo alle urne per l‘election day, l’accorpamento nelle date del 20 e 21 settembre delle elezioni regionali, comunali, suppletive e del referendum sul taglio del numero dei parlamentari. Entrano, dunque, nel vivo le grandi manovre dei partiti in vista di tale cruciale appuntamento elettorale. In tal senso un’importante novità l’ha annunciata Giorgia Meloni, Presidente di Fratelli d’Italia: “Fin dalla campagna elettorale per le politiche del 2018 chiedevamo agli alleati di sottoscrivere questa proposta, abbiamo rinnovato l’appello ad Atreju 2019 e durante la grande manifestazione in Piazza San Giovanni. Oggi finalmente è arrivata la firma degli alleati e voglio ringraziare Matteo Salvini e Silvio Berlusconi. Di fronte alla richiesta del governatore del Veneto di confermare il sostegno all’autonomia, ha precisato Giorgia Meloni, Fratelli d’Italia ha chiesto e ottenuto di aggiungere all’accordo anche quelli che considera essere due punti imprescindibili: il sostegno di tutto il centrodestra al presidenzialismo, elemento fondamentale per rafforzare l’Unità nazionale e l’efficienza delle istituzioni centrali, e il patto anti-inciucio per vincolare tutti i partiti della coalizione al rispetto degli impegni programmatici presi con i cittadini”. La leader dei Fratelli d’Italia non ha esitato a lanciare una stoccata ai pentastellati: Mentre Pd e M5S litigano per le poltrone e si presentano divisi alle regionali, il centrodestra lancia un altro grande segnale di compattezza e oggi dice con una voce sola: mai al governo con la sinistra”.

LEGGI ANCHE –> Muore accanto alla fidanzata mentre si riprende con il cellulare-VIDEO

Centrodestra, “patto anti-inciucio” contro Conte. Secondo l’ultimo sondaggio, ancora in vantaggio il centrodestra

Secondo quanto riporta il portale chenews.it, l’ultima rilevazione sondaggistica, effettuata da Termometro Politico, vede ancora in vantaggio la coalizione di centrodestra. Nel dettaglio, la Lega di Matteo Salvini, nonostante il calo registrato da altri istituti demoscopici, è in vetta con il 27,4% mentre il Pd di Nicola Zingaretti non va oltre il 20,2% su scala nazionale: importante il sorpasso di Fratelli d’Italia sul Movimento 5 Stelle, con Giorgia Meloni che si attesta al 14,7% approfittando dei grillini in caduta (14,5%) nei giorni della conferma da parte dei militanti pentastellati, tramite consultazione sulla piattaforma Rousseau, dell’accordo col Pd. Le intenzioni di voto, secondo Termometro Politico, mostrano anche un nuovo calo di Forza Italia di Silvio Berlusconi, al 5,8%, mentre recupera Italia Viva di Matteo Renzi, salita fino al 3,2%: chiudono i sondaggi elettorali nazionali Azione di Calenda al 3%, Sinistra-LeU al 2,8%, Italexit di Paragone (ex M5s) al 2,1%, Verdi all’1,4%, Più Europa all’1,3%, Partito Comunista all’1% e tutte le altre liste non oltre il 2,6% complessivo.