Quasi 780 mila le vittime del famigerato e letale Covid-19 a livello globale mentre sono oltre 22 milioni le persone contagiate

Coronavirus, oltre 770 mila i decessi nel mondo
Coronavirus, quasi 780 mila i decessi nel mondo

La pandemia di coronavirus ha causato a livello mondiale quasi 780.000 vittime. Tale dato emerge dall’ultimo bilancio della France Presse basato su dati ufficiali. Dall’inizio dell’emergenza il numero delle persone contagiate ha superato i 22 milioni. Il Paese più colpito sono gli Stati Uniti con oltre 171.679 morti, seguono il Brasile con 109.888, il Messico con 56.757, l’India con 50.921 e il Regno Unito con 41.366 decessi. Intanto, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha lanciato l’allarme: il Covid-19 si diffonde sempre di più tra le persone sotto i 50 anni di età. In crescita anche nel nostro Paese, secondo l’ultimo report del Ministero della Salute, i contagiati da Covid-19 nelle 24 ore: sono stati 403 contro i 320 del giorno precedente. Ma è aumentato anche il numero di tamponi: quasi 54.000 contro i 30.000 del giorno precedente. Le vittime sono state 5 (4 il giorno precedente). Veneto (60) e Lombardia (50) le Regioni con il maggior numero di nuovi casi di positività al letale virus cinese. Il totale dei contagi sale a 254.636, i morti sono 35.405.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, il ministro Boccia: “L’Italia tra i Paesi più sicuri al mondo”

Covid-19, quasi 780 mila le vittime nel mondo. Speranza: “Giovani aiutino contro il virus”

Accorato appello, dalle colonne del quotidiano “La Repubblica”, del Ministro della Salute Roberto Speranza ai giovani che attualmente con la loro sfrenata voglia di divertirsi sono il principale veicolo di trasmissione del Covid-19:”Aiutateci a tenere sotto controllo il contagio. Tra meno di un mese dobbiamo riaprire scuole e università in sicurezza. E non possiamo sbagliare. Non vogliamo chiudere i ragazzi in casa. Sono stati straordinari durante il lockdown, ora hanno voglia di divertirsi. Ma possono portare a casa il virus. Difendere loro è difendere il Paese“.

LEGGI –> Coronavirus, Bassetti: “Oggi fa meno paura, nuovo lock­down non servirebbe”