Coronavirus: l’aumento dei casi di contagi mette a rischio anche il prossimo anno scolastico ormai quasi alle porte

Coronavirus

Coronavirus ed aumento dei casi che preoccupa non solo il governo. Il timore di un nuovo lockdown terrorizza gli italiani. Non solo per le difficoltà sanitarie che si potrebbero avere. Ma anche e soprattutto per quelle economiche che ancora oggi si stanno subendo.

A dare l’allarme in un intervista a Il Messaggero è Walter Ricciardi. Il consigliere del ministro alla Salute Roberto Speranza espone le criticità che si hanno nel nostro paese. Con i continui focolai che minacciano di far aumentare in modo esponenziale i contagi.

Tutto dipenderà secondo lui dal comportamento responsabile delle persone. Con il rischio di far saltare anche l’inizio del prossimo anno scolastico. Ipotesi che potrebbe rappresentare lo scenario peggiore tra tutti quelli possibili all’orizzonte.

Per Ricciardi la situazione è generalizzata su tutto il territorio nazionale. E tanto dipenderà dall’efficienza delle regioni negli interventi tempestivi nel porre fine ai vari focolai che si accenderanno sul territorio.

–> Leggi anche Valentino Rossi: “Il rischio più grande della mia vita”

Ricciardi: “Criticità presenti sull’intero territorio. Le regioni più a rischio sono Lombardia Veneto ed Emilia Romagna

Coronavirus: Walter Ricciardi lancia il monito a tutti gli italiani. Che dovranno comprendere la problematica e non sottovalutare il problema. Che esiste ed è serio. quindi ancora una volta si fa appello al buonsenso ed alla responsabilità di tutti i cittadini.

Che dovranno continuare a seguire le regole del distanziamento sociale. Perché ad essere coinvolto adesso è l’intero territorio nazionale da nord a sud. Con l’interessamento maggiore che rimane in alcune regioni rispetto alle altre.

E si fa ovviamente riferimento alle situazioni della Lombardia in primo luogo. Ma anche a quelle del Veneto e dell’Emilia Romagna. In queste aree geografiche infatti si segnalano maggiori problematiche.

–> Leggi anche Testimoni al pm: “Gioele era vivo dopo l’incidente”

Coronavirus

In ogni caso Ricciardi fa appello al buonsenso da parte di tutti per arrivare ad avere dei numeri meno preoccupanti. Con la speranza di un calo dei contagi.

–> Leggi anche Discoteche chiuse, i gestori ricorrono al TAR