Si acuisce lo scontro sulla chiusura delle discoteche: i gestori hanno reso noto che inoltreranno un ricorso urgente al TAR del Lazio contro l’ordinanza del Ministro della Salute Roberto Speranza

Discoteche chiuse, ricorso dei gestori al Tar

Continua a far discutere, addetti ai lavori e utenti, l’ordinanza firmata dal Ministro della Salute Roberto Speranza che ha disposto la chiusura fino al 7 settembre delle discoteche. Perfino le star del dj set si dividono tra chi, come Gigi D’Agostino, è favorevole a tale provvedimento e chi, come Bob Sinclar, lo considera sbagliato in quanto priva i giovani della libertà di ballare. Nel frattempo il Silb Fipe, associazione italiana delle imprese di intrattenimento da ballo e di spettacolo, presenterà un ricorso urgente al Tar del Lazio contro la suddetta ordinanza che ha imposto, come detto, la chiusura di tutte le attività legate al ballo fino al 7 settembre dopo l’impennata dei contagi. Lo ha reso noto Maurizio Pasca, Presidente del Silb Filp, al termine del direttivo nazionale del sindacato. La decisione di chiudere i locali è arrivata dopo una riunione con i Governatori in base al DPCM del 7 agosto.

LEGGI ANCHE –> Covid, 8 giovani di Roma contagiati dopo una festa

Discoteche chiuse, i gestori ricorrono al Tar del Lazio. Gestori: “Siamo un capro espiatorio”

“La conferenza governo-regioni ha decretato la chiusura delle attività di intrattenimento.  Prendiamo atto del provvedimento basato su un aumento dei contagi. Non ci sentiamo responsabili. Le nostre attività hanno lavorato al pari di altri settori. La gente si assembra ovunque da due mesi: in spiaggia, al bar, per strada ma le attività restano aperte. La discoteca è un capro espiatorio di piaghe sociali come alcol e droga. Osserviamo il trend contagi e agiremo”, così lo stesso Pasca ha commentato all’atto dell’ufficializzazione della chiusura delle discoteche, domenica scorsa, lasciando presagire la volontà di dare battaglia al governo.

LEGGI ANCHE –> Alberto Matano risponde, adesso, alle accuse fatte da Lorella Cuccarini