Coronavirus, l’allarme di Francesco Broccolo che parla dei rischi sui contagi che riguardano anche i giovani!

Coronavirus

Coronavirus in Italia, situazione che non lascia tranquilli. Anche se negli ultimi giorni i casi sono in calo. Dopo gli oltre seicento di due giorni fa, il bollettino di oggi ha riportato 320 positivi. Numeri che sono quasi dimezzati.

Anche se la situazione appare in crescita o decrescita anche in base al numero di tamponi effettuati. Ma oltre ai numeri, ci sono anche degli altri elementi che non sono di buon auspicio.

E a lanciare l’allarme è il virologo Francesco Broccolo, dell’Università Bicocca di Milano. Ai microfoni di TGCOM24 ha toccato dei temi che preoccupano parecchio. In sintesi gli elementi di questa pandemia che preoccupano di più sono la carica virale del SARS-CoV-2.

Ma anche l’età media dei contagiati, anche con sintomi respiratori gravi. Questioni che cominciano a tenere banco e che creano qualche piccolo allarme nella popolazione.

–> Leggi anche Coronavirus, il bollettino del 17 agosto: gli aggiornamenti dalle Regioni

Il virologo avverte: “Non vengono usate le mascherine. Basta ancora uno starnuto per rimanere contagiati”

Coronavirus e nuovi casi in Italia. Il virologo Francesco Broccolo conferma che i dati non sono proprio positivi. In quanto la carica virale evidenziata nei tamponi delle ultime ore è più elevata rispetto a quella di qualche mese fa.

La maggior parte di questi tamponi positivi provengono dai giovani di rientro dalle vacanze. E la percentuale maggiore di questi contagi arrivano da una popolazione che ha un età che va dai 20 ai 30 anni. Per questo motivo il virologo dell’Università Bicocca lancia un messaggio.

Che è sempre lo stesso, e va sull’utilizzo delle mascherine. Che sono importanti per prevenire ogni rischio contagio.

–> Leggi anche Coronavirus, anche la Cina registra il primo vaccino: “efficace e sicuro”

Coronavirus

Broccolo pensa che gran parte dei giovani sottovaluti il problema. Ma “basta ancora uno starnuto per rimanere contagiati” afferma con convinzione. 

–> Leggi anche Coronavirus, Sileri: “Vi spiego perché non ci sarà un nuovo lockdown”