Negli Usa gli insegnanti redigono il testamento per il timore di contrarre il  Covid a seguito del ritorno in aule piene di studenti poco inclini al rispetto delle norme anti-contagio

Covid, Usa: prof redigono il testamento prima del ritorno in aula

Nonostante negli Stati Uniti la curva epidemiologica non accenni a invertire la tendenza, con il computo complessivo dei decessi che ha ormai superato quota 170 mila, studenti e insegnanti si preparano a ritornare a scuola. Il tema della riapertura delle scuole ha incendiato il dibattito pubblico, con il Presidente Donald Trump che si è apertamente schierato dalla parte di chi sostiene il ritorno in aula in presenza degli studenti: se gli studenti non ritornano tra i banchi, questa la motivazione, i loro genitori non possono riprendere le loro attività lavorative dal momento che non hanno le possibilità finanziarie per assumere a tempo pieno una baby sitter e se non si torna al lavoro, è molto difficile rimettere in moto l’economia. Per contro, gli esperti premono affinché vi sia un differimento di almeno 2 mesi dell’inizio delle lezioni frontali in modo da non creare le condizioni favorevoli allo scoppio di focolai nelle strutture scolastiche. Nel frattempo, gli insegnanti di tutto il Paese, paventando di venire contagiati dal Covid-19 a seguito del ritorno in aule gremite di studenti poco inclini al rispetto delle regole anti-contagio, si rivolgono agli studi legali e ai sindacati per redigere il loro testamento.

LEGGI ANCHE –> Covid-19, negli Stati Uniti oltre 170 mila vittime

Covid-19, Usa: prof a scuola dopo aver redatto il testamento. Richieste aumentate del 1000%

Come riportato dall’edizione on line del quotidiano “Il Giornale”, l’avvocato Teddy Rivera, attivo in Florida proprio in un sindacato impegnato a fornire tale servizio, ha calcolato che l’aumento di richieste di redazione dei summenzionati documenti avanzate da professori sarebbe pari al 1000%. “Sono avvocato del sindacato da sei anni, in genere facciamo di tutto, ma da varie settimane non facciamo altro che testamenti, testamenti, testamento. Direi che c’è stato un aumento del 1000%“. In altri Stati, la percentuale di incremento sarebbe addirittura maggiore. A rivelarlo è stata Alicia Priest, sindacalista dell’Oklahoma: “La richiesta di testamenti è cresciuta del 3 mila per cento. E’ terribile che i nostri membri debbano temere di morire solo perché tornano in cattedra!”. Altri professionisti dell’educazione hanno perfino già provveduto a vergare di loro pugno il loro necrologio mentre i loro colleghi anziani o che vivono da soli avrebbero addirittura già pagato le spese per il loro funerale.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus: bimba di 5 anni intubata in terapia intensiva a Padova!