Vediamo insieme che cosa sta succedendo nella zona del lodigiano, dove 6 persone sono state ricoverate a causa della Febbre del Nilo.

Sei persone nel lodigiano ricoverate per "Febbre del Nilo": la causa sono le zanzare
Sei persone nel lodigiano ricoverate per “Febbre del Nilo”: la causa sono le zanzare

In questi ultimi giorni ci sono stati ben 6 ricoveri, a causa della Febbre del Nilo, nella zona del Lodigiano.

Vediamo insieme di che cosa si tratta e come si trasmette.

Sei persone nel lodigiano ricoverate per “Febbre del Nilo”: la causa sono le zanzare

E’ scattata l’allerta per ben 6 casi sospetti di febbre del Nilo, che sono state ricoverate dopo aver manifestato dei sintomi.

La Ats ha comunicato che è iniziata la disinfestazione dalle zanzare che trasmettono questo virus che si chiama West Nile.

LEGGI ANCHE —-> CORONAVIRUS NON RISPARMIA I GIOVANI: IN PUGLIA 5 COLPITI IN MANIERA SEVERA!

I comuni che sono interessati si trovano nel Lodigiano e sono i seguenti:

  • San Martino
  • Massalengo
  • Graffignana
  • Borghetto
  • Vidardo
  • Casaletto
  • Bassa

Ben 5 di queste persone sono ricoverate in ospedale perché hanno manifestato importanti sintomi e sono tutti casi accertati o molto sospetti.

LEGGI ANCHE —-> CORONAVIRUS, PREGLIASCO AVVERTE: “SERVE PRESA DI COSCIENZA DELLE PERSONE”

C’è anche un uomo di 72 anni che ha causa di un meningo encefalite è in rianimazione per complicazioni, anche se per questo caso ancora non c’è la conferma ma è fortemente sospetto.

La febbre del Nilo, è una malattia che non si trasmette tra persone, ma dalla puntura della culex, una zanzare che è presente nella pianura padana, e anche negli anni passati c’erano stati alcuni casi di malattia grave tra Lodi, Mantova e Pavia.

Sei persone nel lodigiano ricoverate per "Febbre del Nilo": la causa sono le zanzare
Per il momento sono stati accertati circa 6 casi di persone che hanno manifestato sintomi, di cui una gravi

Il tempo di incubazione di questa malattia è tra i 2 ed i 14 giorni, oppure 21 con problemi nel sistema immunitario, è una malattia spesso asintomatica, ma nel 20% di casi si manifesta con febbre, mal di testa, nausea, vomito, linfonodi ingrossati o sfoghi cutanei.

Per le persone anziane, ci possono essere sintomi più gravi, come disturbi alla vista, convulsioni fino alla paralisi e al coma, o encefalite letale o con danni neurologici permanenti.