Coronavirus: il virologo dell’Università degli Studi di Milano preoccupato per una situazione non positiva

Coronavirus

Coronavirus: il noto virologo Fabrizio Pregliasco fa il punto della situazione in questo periodo non positivo che sta caratterizzando l’Italia. Con l’aumento dei casi che preoccupa, soprattutto in vista dell’arrivo dell’autunno.

Il virologo dell’Università degli Studi di Milano parla in un intervista ad Adnkronos parla di trend non positivo con l’aumento dei casi che sono alti anche in relazione ai tamponi eseguiti. Per questo motivo Pregliasco parla di situazione non piacevole.

Con un inversione di tendenza che si rende necessaria. A tal proposito serve una collaborazione massima da parte di tutti i cittadini, una presa di coscienza che possa portare ad una collaborazione maggiore per fronteggiare una situazione che può diventare critica.

La criticità maggiore è data dai focolai presenti sul territorio che di volta in volta creano criticità che per fortuna vengono eliminate in breve tempo.

–> Leggi anche Coronavirus, il bollettino del 14 agosto: gli aggiornamenti dalle Regioni

Il virologo: “Il virus non va in vacanza, c’è bisogno del rispetto delle regole per limitare tutti i danni”

Coronavirus: il virologo avverte che purtroppo il virus non va in vacanza. E che non si deve abbassare la guardia  in un momento delicato. Dove con comportamenti sbagliati si potrebbe mettere a rischio tutto quello che di buono si sta facendo.

Come già lo si sta facendo adesso. Per lui il CTS ha dato delle informazioni giuste che si devono solo rispettare. Le prescrizioni sono condivisibili e vanno nella direzione della sicurezza delle persone che anche adesso va mantenuta.

Adesso la priorità resta quella di far calare i contagi e di riportare la situazione nei limiti della sicurezza. Per far si che non si metta a rischio anche l’anno scolastico. Per questo motivo c’è bisogno che tutti facciano il loro dovere e rispettino le regole.

–> Leggi anche Coronavirus si può trasmettere tramite i surgelati? La verità da uno studio

Coronavirus

Solo con buonsenso e responsabilità per Pregliasco si possono evitare le criticità che si sono verificate da marzo scorso in poi. 

–> Leggi anche Coronavirus: i nuovi dati promuovono la cura di Ascierto col Tocilizumab