Raffreddore, mal di testa, dolori alle articolazioni e depressione: ormai per qualsiasi tipo di disturbo esiste il medicinale adatto. Spesso, però, questi prodotti nascondono delle controindicazioni o degli effetti collaterali, seppur il più delle volte infinitamente ridotte rispetto ai benefici conseguiti. Uno degli effetti collaterali più problematici e fastidiosi può essere però quello dell’aumento di peso, caratteristica di diversi farmaci che utilizziamo quotidianamente per le più comuni patologie. Ecco a quali prodotti fare attenzione se si vuole tenere sotto controllo il proprio peso.

  1. Antidepressivi come Prozac, Lexapro, Paxil e Zoloft contengono sostanze che inibiscono la ricaptazione della serotonina, facendo aumentare di conseguenza l’appetito.
  2. I contraccettivi orali vanno ad influire sull’equilibro ormonale, con il progesterone che fa aumentare l’appetito e, con il tempo, può sicuramente far aumentare il peso.
  3. Per il controllo delle condizioni cardiache solitamente vengono prescritti bloccanti beta-adrenegici, che possono però causare un rallentamento del metabolismo ed un conseguente aumento di 2 o 3 Kg in pochissimo tempo.
  4. Tra tutti i farmaci, gli steroidi sono quelli con il numero maggiore di effetti collaterali. Oltre all’aumento di peso possono infatti provocare insonnia e ritenzione idrica, tutti fattori che possono portare, in casi estremi, all’obesità.
  5. Le allergie nel periodo primaverile sono un fastidioso compagno di viaggio, ma combatterle con gli antistaminici può essere controproducente. La riduzione della produzione di istamina, infatti, corrisponde ad un drastico aumento dell’appetito.

Come fare dunque? Ovviamente contattare il medico relativo all’area della vostra patologia, esporre la vostra problematica e concordare con lui una terapia che possa parallelamente risolvere il vostro problema escludendo la possibilità di prendere chili indesiderati.