Appello del Ministro della Salute Roberto Speranza ai giovani: “Siete il principale veicolo di trasmissione del Covid-19, l’età media del contagio si è abbassata a 40 anni

Speranza: "Giovani, siete il principale veicolo di trasmissione del Covid-19"
Il Ministro della Salute Roberto Speranza

Ai giovani dico: serve più attenzione. Siete il principale veicolo di contagio“. Parole del Ministro della Salute Roberto Speranza dalle colonne del quotidiano “La Stampa”. “Voglio lanciare un appello ai giovani. In questi giorni ne stiamo vedendo di tutti i colori: discoteche, apericene, locali notturni affollati, assembramenti di ogni tipo. La situazione è seria, i ragazzi forse non sanno che oggi l’età media del contagio è scesa a 40 anni mentre solo due mesi fa era 60-65 anni“, ha aggiunto il titolare del dicastero della Salute. Ed infatti, impennata della curva epidemica: sono stati 402 i nuovi casi di positività al Covid-19 e 6 i decessi nelle ultime 24 ore a fronte rispettivamente di 384  contagi e 10 morti. Complessivamente, secondo l’ultimo aggiornamento diffuso dal Ministero della Salute, da inizio epidemia i contagiati sono 249.204 e 35.187 i decessi mentre i guariti sono 201.323. 762 i pazienti ricoverati negli ospedali di cui 42 in terapia intensiva. A ieri Basilicata e Molise le uniche regioni Covid free.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, vince la sua battaglia a 105 anni: “E’ stata una passeggiata”

Covid-19, Speranza ai giovani: “Siete il principale veicolo”. Dal 24 agosto la sperimentazione del vaccino italiano

Il vaccino che sarà sperimentato, a partire  dal 24 agosto, su 90 volontari è italiano ed è nato grazie ad un protocollo siglato a marzo tra il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, il Ministro della Salute Roberto Speranza, il Ministro dell’Università Gaetano Manfredi, il Consiglio Nazionale delle Ricerche e l’IRCCS “Spallanzani”. Per il suo sviluppo sono stati stanziati 8 milioni di euro, di cui 5 a carico della Regione Lazio e trasferiti allo Spallanzani, e 3 a carico del Ministero dell’Università. Ed a proposito di Università, il Ministro Manfredi ha reso noto che il ritorno in aula avverrà in presenza per un 50% di studenti, con il restante 50% che, a seconda delle esigenze didattiche, seguirà le lezioni in modalità e-learning.

LEGGI ANCHE –> Cameron Diaz ufficializza il suo ritiro dalle scene: “Ora posso prendermi cura di me”