Coronavirus: il bollettino dal ministero della Salute: oggi in Italia 406 nuovi casi di contagio e sei decessi in un giorno

Coronavirus

Coronavirus: il bollettino del ministero della Salute fa emergere altri 402 nuovi casi di contagio e sei morti. Di questi ultimi 5 arrivano dalla Lombardia. Un rialzo preoccupante, considerando che non si avevano numeri del genere dal 5 giugno.

Dopo due mesi si ritorna indietro alla situazione post lockdown e ripresa della fase 2. Non è un buon bollettino quello di oggi 6 agosto. Con il parziale del contagio che risente del focolaio della Lombardia, che fa registrare oggi 118 nuovi positivi.

Nello specifico il bollettino di oggi presenta 402 positivi, con il dato complessivo che arriva a 249.204 da inizio emergenza. I morti sono stati 6, e numero complessivo che arriva a 35.187. Il ministero della Salute ha fornito anche l’aggiornamento sui guariti: +347 in un giorno.

Leggi anche Coronavirus e vacanze, il Cts avverte: “Mantenere alta la prudenza”

In Lombardia sono 118 i nuovi positivi, 5 i decessi nelle ultime 24 ore. Stabili i pazienti nelle terapie intensive

Coronavirus: il bollettino diramato dalla Regione Lombardia di oggi 6 agosto risente della seconda parte dei dati inerenti il focolaio di Mantova. Il numero dei positivi è di 118. Dato che emerge a seguito di 8.979 tamponi (1.344.362 complessivi).

Come detto il bilancio odierno è aggravato dalla criticità emersa nel mantovano, con un focolaio all’interno di un azienda che ha fatto scattare l’allarme. Tornano a calare i decessi: 5 in un giorno. Dato complessivo che si attesta a 16.829 da febbraio ad oggi.

Migliora la situazione dei guariti: +208 in 24 ore, con il totale che arriva a 74.080. Stabili i pazienti delle terapie intensive (11 come un giorno fa).

–> Leggi anche Coronavirus, Galli: “Pronto lo champagne, ma temo di brindare a fine 2021”

Coronavirus

Dati che sono pesantemente condizionati dalla situazione a Mantova. Ma che in ogni caso registrano un contagio ancora pesante nella regione più colpita. 

–>Leggi anche Coronavirus, Clementi fa chiarezza: “Non ci sarà una seconda ondata!”