Un odontoiatra 52enne di Pozzuoli, in provincia di Napoli, è risultato positivo al Covid-19: 100 suoi pazienti si sono sottoposti al tampone

Napoli, odontoiatra positivo al Covid: 100 suoi pazienti si sono sottoposti al tampone

Psicosi da coronavirus a Pozzuoli, grosso centro in provincia di Napoli. Un odontoiatra di 52 anni, di ritorno da un viaggio all’estero, residente a Portici ma con studio professionale nel centro flegreo, è risultato positivo al Covid-19. Immediatamente il professionista ha allertato i propri pazienti, circa un centinaio, che per tutta risposta si sono recati in massa al nosocomio “Cotugno“, polo di riferimento per le malattie infettive, quindi anche per il coronavirus, per sottoporsi al tampone rino-faringeo. Tuttavia, nel mentre si sta procedendo a ricostruire la catena dei contatti dell’odontoiatra, è quasi certo che il professionista abbia contratto il virus nel corso del viaggio all’estero e non all’interno del proprio ambulatorio dove sono rispettate tutte le misure anti-covid.

LEGGI ANCHE –> Napoli, Covid Hospital: indagato il manager Verdoliva

Napoli, medico positivo al Covid: 100 suoi pazienti si sono sottoposti al tampone. Rientra l’allarme all’Ospedale “Santa Maria delle Grazie”

Nessun focolaio all’Ospedale “Santa Maria delle Grazie” di Pozzuoli dopo che, a tre mesi da quello che ha provocato oltre 50 contagi tra medici, infermieri e pazienti, un’infermiera è risultata positiva al Covid-19. Fatale alla donna, una 40enne di Pozzuoli da pochi mesi in servizio presso il pronto soccorso, è stato un contatto avuto all’alba del 15 luglio con un anziano proveniente da Mondragone: l’uomo, giunto al pre-triage con febbre e tosse e quindi sottoposto al tampone, è risultato positivo al Covid ed è stato di conseguenza trasferito al Cotugno. Per fortuna solo 4  vicini di casa dell’infermiera, e nessuno dei suoi colleghi, sono risultati positivi al famigerato virus cinese.

LEGGI ANCHE –> Alessia Marcuzzi: la sorpresa del Marinaio le fa ritrovare il sorriso